Pallacanestro femminile, tutti i risultati del sodalizio Blue Ponente Basket

Under 14 femminile

Lunedì 26/11/18: Blue Ponente Basket – Amatori Savona 54 – 77

Seconda uscita ufficiale e primo referto giallo nella stagione 2018/19 per le giovanissime del suo Gasparotto/Munerol.

“Grande avversario, grande fatica” dicono le coach. “Buona partita per le nostre ragazze, anche se abbiamo patito la differenza fisica, soprattutto a rimbalzo. In attacco molto bene, anche le giocatrici meno esperte. Ora lavoriamo sodo per la prossima, consapevoli delle nostre qualità e lacune”.

Under 16 femminile

Sabato 24/11/18: Amatori Savona B – Blue Ponente Basket 41-72 (4-14, 5-23, 10-16, 22-19)

Buona prestazione delle Girls di Blue Ponente in trasferta a Vado contro un avversario con minori mezzi tecnici e fisici ma che onora con grande impegno il campo fino all’ultimo secondo. La partenza lanciata consente ampie rotazioni già a paritre dalla metà del secondo quarto, con parecchi minuti di campo per le tre atlete 2005 che giocano nel campionato under 14 e vengono inserite per la prima volta quest’anno in gara nella categoria superiore: Bajrami, Maritano e Tomatis si integrano bene al gioco delle “sorelle maggiori”, rispettando l’impegno difensivo e trovando anche la via del canestro, aiutate dal buon atteggiamento delle più esperte che le aiutano e supportano in campo.

Serie C femminile

Domenica 25/11/18: Blue Ponente Basket – Audax San Terenzo 59-73 (8-24, 14-14, 17-22, 20-15)

Leggi anche:  All'Us Open da 57 milioni di dollari Fabio Fognini subito ko con Opelka

Nonostante il referto giallo, la prestazione delle ponentine (sotto i 16 anni di media) è stata buona. Da questo punto di vista le levantine si dimostrano il banco di prova ideale: una vera squadra senior con giochi d’attacco organizzati ed una netta predilizione per la difesa a zona 2-3. Nel primo quarto la combinazione di questi fattori con una percentuale al tiro sopra media per le avversarie e sotto media per le padrone di casa portano ad un pesante -16. Da questo momento la gara cambia volto: le percentuali al tiro tornano in equilibrio e, grazie ad un atteggiamento davvero ben più “maturo” del dato anagrafico, le ponentine non si demoralizzano e “mordono” la partita, attaccando la zona con buon ordine, salendo di colpi in difesa ed imponendo spesso il proprio ritmo con rapide ripartenze, tanto da costringere le avversarie ad abbandonare la zona e passare alla difesa a uomo nell’ultimo quarto, vinto dalle padrone di casa. Si combatte fino all’ultimo secondo sull’ultimo possesso, indipendentemente dai numeri sul tabellone, e questo è l’atteggiamento giusto. Alla fine il divario è inferiore al parziale del primo quarto e le facce sono quelle sorridenti di chi sa di aver dato il massimo sul parquet. Una giornata di segnali positivi.