Due giorni di judo ad altissimo livello il 9 e il 10 marzo nella splendida cornice dell’RDS stadium di Genova per il 31° Torneo Internazionale “Genova Città di Colombo”, con oltre mille atleti che hanno partecipato alla due giorni di Grand Prix per le classi under 18 ed under 21.

Judo, gli atleti dell’OK Club di Imperia al Torneo Internazionale di Genova

L’OK Club di Imperia, da anni sempre presente, ha schierato 9 atleti di cui 7 nella classe under 18 e due nella classe under 21.

I primi ad iniziare, nella giornata di sabato, sono stati i cadetti.

Nella categoria al limite dei 55 kg che contava ben 60 partecipanti, vengono eliminati al primo turno senza possibilità di ripescaggio Federico Galletta e Andrea Valle, vince invece due incontri Davide Berghi che si ferma al terzo turno per un errore tecnico-tattico che gli costa caro, undicesimo posto per lui.

Si classifica al primo posto nella categoria al limite dei 90 kg. Tiziano Boggione che dimostra una continua crescita vincendo 4 incontri.

Le ragazze combattono bene ma non trovano il giusto spunto per risalire la classifica, ottima comunque la prestazione di Marta Brignola e Rachele Petunia.

Domenica 10 è il turno degli juniores, inizia per primo Alessio Ferri nella categoria al limite degli 81 kg, la gara parte subito in salita con un forte atleta dell’Accademia Torino, ma Alessio gestisce ottimamente l’incontro per tutti i quattro minuti di gara, al termine dei tempi regolamentari si va al golden score lo scontro è durissimo e solo dopo altri due minuti un errore blocca Alessio che purtroppo non verrà più ripescato.

Leggi anche:  Gianluca Mager costretto al ritiro. Sfuma al secondo turno il sogno Roland Garros

Subito dopo è il turno di Marco Viani nella categoria al limite dei 66 kg dove 55 atleti danno il meglio per scalare posizioni nella ranking nazionale: nona posizione per lui.

Nel tardo pomeriggio inizia un torneo interregionale under 13: sono 5 gli atleti schierati dall’OK Club, tre alla prima esperienza in questa categoria, due al secondo anno.

Daniele Brezza nei 42 kg e Martina Gilli nei 48 kg e Marco Scarrone nei 55 kg pur mettendo il massimo dell’impegno incappano in una giornata che non rende grazie alle loro reali potenzialità e non riescono ad ottenere risultati di rilievo.

Vanno meglio Edoardo Ricciardone nei 42 kg e Francesco Greco nei 55 kg che pur essendo ben al disotto della categoria combattono come leoni portando a casa un significativo 5° posto.