Termina 0 a 0 la partita tra la Rignanese e la Sanremese giocata oggi in Toscana.

La cronaca

La Sanremese non va oltre lo 0-0 sul campo della Rignanese in una gara condizionata dal terreno di gioco pesante e da alcune decisioni arbitrale negli ultimi minuti di gioco.

La partita è iniziata con il minuto di silenzio in memoria del capitano della Fiorentina Davide Astori, tragicamente scomparso nella notte a Udine.

La prima frazione di gioco non ha regalato spunti di cronaca degni di nota. Sanremese poco pericolosa in area avversaria e i due portieri impegnati solo nella proverbiale normale amministrazione.

Ma nella ripresa la Sanremese ha saputo costruire diverse occasioni da rete.
All’inizio del secondo tempo matuziani subito pericolosi con Lo Bosco che la mette in mezzo di potenza dalla destra ma né Lauria né Boldini riescono a trovare la deviazione decisiva.

Biancoazzurri ancora in avanti pochi minuti più tardi. Combinazione Costantini – Lo Bosco nella trequarti e il numero 21 si trova a tu per tu con il portiere avversario. L’estremo difensore toscano è però abile nel neutralizzare la conclusione.

Ancora Sanremese pericolosa con Lauria che tenta la conclusione dalla grande distanza, Burzagli neutralizza con una spettacolare deviazione in angolo. A pochi minuti dal termine la Sanremese si vede annullare la rete di Cacciatore in pallonetto sul portiere per una segnalazione di fuorigioco a dir poco dubbia e che ha scatenato le vibranti proteste dei matuziani. La gara si chiude con il tentativo dalla distanza su punizione da parte di Lauria. Palla alta.

“Il campo non può essere una giustificazione, abbiamo tentato in tutti i modi di vincere la partita” ha dichiarato a fine gara mister Costantino. “Nel primo tempo avremmo potuto fare qualcosa di più, siamo stati contratti. Nel secondo tempo abbiamo messo alle corde l’avversario, basta dire che loro non hanno fatto un tiro in porta. Le innumerevoli occasioni della seconda frazione testimoniano che siamo vivi, sicuramente non è un momento facile, ma siamo vivi. Abbiamo avuto cinque palle gol importantissime, resta l’amaro in bocca anche per la nostra rete annullata che era valida, c’è stato un errore tecnico. Noi ci abbiamo messo del nostro, ma non vincerla anche per un errore tecnico dà fastidio. Sarà una battaglia molto lunga, puntiamo a vincere lo scontro diretto in casa. La squadra ha dimostrato di essere viva, il campionato non era chiuso prima e non lo è adesso. Noi ce la metteremo tutta, grazie a nostri tifosi avremo già un vantaggio nello scontro diretto con il Ponsacco”

Leggi anche:  Tre giovani sanremesi convocati in Serie A

Con il pareggio di oggi e la vittoria del Ponsacco contro la Lavagnese (2-0) i toscani tornano in vetta alla classifica con un punto di vantaggio sulla Sanremese. Alla ripresa del campionato dopo la pausa, domenica 18 marzo la Sanremese ospiterà al “Comunale” proprio il Ponsacco.

Le formazioni

Rignanese: 1 Burzagli, 2 Meucci, 3 Cardarelli, 4 Falciani, 5 Brenna, 6 Privitera M., 7 Ndou, 8 Diolaiti (14 Franchi), 9 Piazza (19 Privitera L.), 10 Castiglione, 11 Montaguti (20 Renieri). A disposizione: 12 Mirri, 13 Barbini, 15 Gori, 16 Ignesti, 17 Merola, 18 Molinu. Allenatore: Fabio Guarducci

Sanremese: 22 Salvalaggio, 3 Fiore, 5 Cacciatore, 5 Castaldo, 13 Anzaghi, 21 Costantini (4 Bregliano), 16 Taddei, 11 Gagliardi (30 Caboni), 27 Scalzi (17 Boldini), 10 Lauria, 9 Lo Bosco (25 Jawo). A disposizione: 1 Gavellotti, 2 Barka, 7 Colantonio, 15 Magrin, 23 Negro. Allenatore: Massimo Costantino