Prosegue anche a Indian Wells la maledizione di Fabio Fognini, fuori all’esordio in tutti gli ultimi tre tornei disputati. Quello californiano è il quarto ko di fila alla prima partita. Fortunatamente, per   il campione di Arma di Taggia qualche segnale positivo arriva dal doppio, dove nella notte ha superato il secondo turno in coppia con il numero uno al mondo Novak Diokovic. Indian Wells è il primo grande torneo sul cemento della stagione (dopo gli Australian Open), un Master 1000 che in singolare aveva visto Fognini accedere direttamente al secondo turno contro un giocatore proveniente dalle qualificazioni: il moldavo Radu Albot, numero 53 al mondo.

Fognini, numero 17 del ranking atp, ha perso male il primo set 6-0, per poi riprendersi nel secondo, perso 7-6 (4) al tie break.  Radu Albot era un avversario abbordabile, seppure dato in ottima forma, in quanto vincitore un paio di settimane fa del suo primo titolo a Delray Beach.

Leggi anche:  Fognini trema a Pechino poi batte il kazako Kukuščkin al tie break del terzo set

Magra consolazione per Fabio il passaggio del turno in doppio con l’amico Diokovic, con il quale ha superato  la coppia Rohan Bopanna e Denis Shapovalov in tre set. Avanti 6-4 nel primo,  hanno perso il secondo 6-1 per poi rifarsi e vincere nel terzo decisivo set interminabile finito 10 a 8.

Ai quarti di finale Fognini e Djokovic sfideranno la coppia vincente nella sfida tra Henry Kontinen/John Peer e Jean Julien Roger/Horja Tecau