A Belgrado, in Serbia, si è svolta sabato 9 e domenica 10 giugno la tappa dell’European Cup di Judo 2018 con la partecipazione di 261 atleti di 34 nazioni.

European Cup 2018

Maruska Iamundo, del Ventimiglia Judo Club, è riuscita a conquistare un fantastico secondo posto nella categoria -52 kg. È infatti uscita sconfitta soltanto  in finale contro l’ungherese Knetig, dopo aver battuto nei turni precedenti la romena Ionita e la svizzera Silva, entrambe per Ippon.

Come sempre seguita in gara dall’allenatrice Antonella Iannucci, Maruska ha messo in atto una grande prestazione. È arrivata quindi in finale a suon di Ippon, dimostrando una grande tenacia, una grande determinazione e una grande combattività.

Il commento di Maruska

“Non mi aspettavo questo risultato  – ha dichiarato la 21enne judoka dello Judo Club Ventimiglia – anche se ho sperato di poter anche vincere, una volta approdata in finale. Dedico questo podio alla mia famiglia, ai miei maestri e a tutte le persone che credono in me. E la prossima settimana potrò concentrarmi sulla Coppa Italia a Novara”.

Leggi anche:  Canottaggio: un argento ed un bronzo per Federico Garibaldi ai mondiali universitari di Shanghai

Altra grande prestazione in un semestre da incorniciare con la medaglia di bronzo ai Campionati Italiani Assoluti, la convocazione nella squadra nazionale senior, il quinto posto alla European Cup di Zurigo, la vittoria al torneo internazionale di Marsiglia e adesso il prestigioso argento a Belgrado.

Grande è ovviamente la soddisfazione in casa dello Judo Club Ventimiglia dove Maruska Iamundo, è nata e cresciuta judoisticamente. Partire da Ventimiglia, dividersi tra lavoro e allenamento, riuscire ad affermarsi a livello internazionale non è solo questione di risultato ma il proseguire di un viaggio che è iniziato tanto tempo fa, fatto di impegno, determinazione e tanto allenamento.