Nel fine settimana le varie squadre del settore giovanile del Don Bosco Vallecrosia Intemelia sono scese in campo conquistando buoni risultati.

Don Bosco Vallecrosia Intemelia: i risultati del settore giovanile durante il fine settimana

Nel Campionato 2009 durante il derby tra il Don Bosco Vallecrosia Intemelia e il Camporosso, la squadra biancorossa ha vinto per due tempi a uno.

!Hanno partecipato Lorenzo Argiro, Gioele Facinoli,  Nicolò Colomba, Valentino Pisano, Mirko Rahi, Pietro Giordano, Filippo Moscetti, Kristian Patamia, Tommaso Musumara e Tommaso Brozzom. Il primo tempo è finito 4 a 0, il  secondo  tempo 0 a 1 mentre il terzo tempo 4 a 2″ dichiara l’allenatore  Angelo Aletto.

Nel torneo pulcini 2009 il Don Bosco Vallecrosia Intemelia ha affrontato l’Imperia. La partita si è conclusa 3 a 1.

Negli Esordienti 2006/2007 la partita tra il Bordighera  e il Don Bosco  si è conclusa 0-2, 0-2, 0-2.  “Il lavoro che facciamo in settimana sta dando risultati. I ragazzi cercano sempre di imporre il proprio gioco e anche oggi ci sono riusciti, con giocate propositive e anche di pregevole fattura, su un campo reso difficile da pioggia e fango” afferma l’allenatore  Andrea Basile.

Leggi anche:  Sanremese: due giovani innesti per la serie D

Nella Categoria 2008 l’incontro tra il Cervo e il Don Bosco Vallecrosia Intemelia è terminato 1-2, 0-2,   2-2, 0-3.  “Bravissimi. Molto fallosa la squadra del  Cervo, ma nessuno dei  nostri ha tirato indietro la gamba. Bellissimi miglioramenti nei ragazzi che giocano il campionato di leva”-  dice  Emiliano Scandi.

Nella Categoria 2005 la partita tra il Don Bosco Vallecrosia Intemelia e l’Ospedaletti è finita  2-0 /1-1/3-0. “Buona prestazione della squadra giocata in un terreno difficile. Hanno sviluppato nel primo e terzo tempo numerose situazioni da goal e giocate con buone combinazioni. Notevole miglioramento dei ragazzi sulla determinazione specie nel secondo tempo dove siamo andati in difficoltà per poi rimediare con carattere. Complimenti a tutti” –  commenta l’allenatore  Ivan Busacca.