Oggi ad Arma di Taggia il gran finale del Barrel on the Beach, con centinaia di persone venute ad assistere allo spettacolo.

Barrel on the Beach, oggi il gran finale

Grande successo di pubblico per l’ultima giornata del Barrel on the Beach, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. Da venerdì scorso appassionati e atleti del settore provenienti da tutta Europa (oltre 150) hanno animato e incantato le tantissime persone presenti nella suggestiva location in riva al mare, al Vittoria Beach.

Il montepremi consiste in un premio in denaro da 40mila euro e un super premio finale associato a ogni disciplina. In palio una Fiat 500 e uno scooter.

Il resoconto della giornata di ieri QUI

Le discipline

Il Barrel Racing, tradotto letteralmente “corsa del barilotto” è una specialità equestre. I tre barili devono essere posti ai vertici di un triangolo isoscele a una distanza di sicurezza di almeno sei metri dallo steccato. Il tempo parte quando il naso del cavallo raggiunge la linea di partenza e sarà fermato quando il naso del cavallo attraverserà la linea d’arrivo. Al segnale dello starter, il concorrente dovrà correre al barile sulla sua destra, girargli intorno, completare un giro completo di circa 360° e dirigersi verso il secondo barile, ed infine completare il percorso roteando al terzo e ultimo barile per correre all’arrivo.

Leggi anche:  La taggese Alessandra Lanteri torna al Barrel on the Beach

Il Pole Bending è una gara contro il tempo dove vengono messe in risalto le doti di velocità ed agilità del cavallo. Bisogna eseguire un percorso a slalom costituito da sei paletti disposti in linea retta ad una distanza di 6,40 metri l’uno dall’altro. Il cavaliere deve galoppare fino al paletto più lontano, girarsi di 180° e compiere uno slalom fino al paletto più vicino alla linea di partenza, rigirarsi di 180° e nuovamente compiere uno slalom fino al paletto più lontano e velocemente galoppare fino alla linea di partenza/uscita.

Foto e video