Influenza 2020 in aumento. Cresce il numero dei casi, soprattutto fra i più piccoli, nelle classici di età pediatrica. Nei bambini sotto i cinque anni l’incidenza è quasi raddoppiata rispetto alla settimana precedente. E’ quanto emerge dal rapporto epidemiologico InfluNet pubblicato mercoledì 22 gennaio e inerente alla terza settimana del 2020, quella che è andata da lunedì 13 a domenica 19 gennaio. Ad elaborare i dati raccolti in tutta Italia è il dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità.

Influenza 2020 in aumento

Durante la terza settimana del 2020, 784 medici sentinella hanno inviato dati circa la frequenza di sindromi influenzali tra i propri assistiti. Il valore dell’incidenza totale è pari a 8,09 casi per mille assistiti. Nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 20,43 casi per mille assistiti, nella fascia di età 5-14 anni a 12,03 nella fascia 15-64 anni a 7,65 e tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni a 3,36 casi per mille assistiti. La curva epidemica delle sindromi simil -influenzali continua a salire. L’andamento della curva epidemica è simile a quello della scorsa stagione influenzale 2018-19.

Leggi anche:  Picco influenzale 2020, ci siamo quasi

Le Regioni del centro sono le più colpite

Nella terza settimana del 2020 i casi stimati di sindrome influenzale, rapportati all’intera popolazione italiana, sono circa 488.000, per un totale di circa 2.768.000 casi a partire dall’inizio della sorveglianza. Nella terza settimana del 2020, in Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e in Campania l’incidenza ha superato i nove casi per mille assistiti. Le Regioni del centro Italia sono infatti le più colpite.

La sorveglianza sentinella

La sorveglianza sentinella della sindrome influenzale InfluNet è coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) con il sostegno del Ministero della Salute. La rete si avvale del contributo dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, dei referenti presso le Asl e le Regioni. L’obiettivo è descrivere i casi di sindrome influenzale, stimarne l’incidenza settimanale durante la stagione invernale, in modo da determinare l’inizio, la durata e l’intensità dell’epidemia.