Come dimostrano numerose ricerche, gli apparecchi per magnetoterapia possono essere utilizzati per trattare l’osteoporosi in modo continuativo e diffuso. L’osteoporosi (letteralmente “porosità dell’osso”) è una malattia caratterizzata da una significativa riduzione della massa ossea (processo che ne condiziona la quantità), tanto quanto dall’alterazione dell’architettura dell’osso, che ne determina la qualità. Essendo più fragili della norma, le ossa di chi soffre di osteoporosi saranno esposte ad un maggiore rischio di fratture.

Le zone maggiormente colpite

magnetoterapia – osteoporosi

Se osserviamo il corpo nel suo insieme notiamo che alcune regioni anatomiche sono maggiormente coinvolte dalla condizione dell’osteoporosi: si tratta principalmente dell’anca e della colonna vertebrale, ma anche delle articolazioni del polso e della spalla. L’incidenza della patologia, e delle fratture conseguenti, aumentano con l’avanzare dell’età: nell’arco della vita, l’osteoporosi colpisce una donna su tre e un uomo su cinque. Ciò che possiamo fare è prevenirne le complicanze. L’obiettivo del trattamento sarà dunque quello di ridurre il rischio di frattura prima che questa si manifesti.

Gli apparecchi per magnetoterapia

Come dicevamo in precedenza, gli apparecchi per magnetoterapia possono essere impiegati con esiti positivi nella gestione dell’osteoporosi. I campi magnetici pulsati migliorano l’osteogenesi, agendo a livello della membrana degli osteoblasti e sull’effetto piezoelettrico dell’osso. Grazie a questi strumenti si ottiene produzione e deposizione di nuovo collagene, così come un aumento della mineralizzazione ossea. Per mezzo della magnetoterapia, di conseguenza, ha luogo una crescita della resistenza dell’osso. Gli apparecchi per magnetoterapia generano inoltre un effetto antalgico che attenua i dolori cronici diffusi.

Leggi anche:  Salute e bellezza derivano da ciò che mangiamo

Non solo per l’osteoporosi

Sono molteplici i disturbi su cui è possibile intervenire grazie alla magnetoterapia. In primo luogo, l’artrosi e le sue diverse forme (artrite della mano, all’anca, cervicale, del ginocchio, della spalla e dorsale). Ma anche contusioni, discopatie, algie intercostali, dolori muscolari e disturbi quali l’epicondilite (il cosiddetto “gomito del tennista”). Tale pratica può inoltre contrastare problematiche comuni come ernie del disco, fratture ossee, lombosciatalgie e strappi muscolari. Oggi esistono apparecchi per magnetoterapia professionale, destinati all’uso domiciliare, utilizzabili comodamente a casa e in totale autonomia. I dispositivi Amel Medical sono dispositivi ad alto contenuto tecnologico specificatamente studiati per trattare i dolori osteo-articolari. Soluzioni pratiche e di facile utilizzo contro i disturbi muscolo-scheletrici.

*Pubblicità autorizzata dal ministero della salute.
Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’uso. Questa terapia è vietata ai portatori di pace-maker e sconsigliata alle donne in gravidanza, ai portatori di protesi elettriche e/o acustiche. Non effettuare questa terapia contemporaneamente a TENS e/o HOLTER.