Watefront

“Pensare a una parte della passeggiata a mare pedonalizzata e a misura di famiglia o a un belvedere che sia luogo di aggregazione e immagine per la nostra città, dove si possano organizzare eventi turistici e culturali. Creare un waterfront riconoscibile anche a livello europeo, perché gli obbiettivi nazionali e regionali si sono prefissati il collegamento di tutta la litoranea con gli attuali finanziamenti EduMob e futuri della Tirrenica”.

Così il sindaco di Vallecrosia, Armando Biasi, stamani, ha illustrato il progetto definitivo del nuovo fronte-mare, approvato in Giunta e che ha come obiettivo la riqualificazione del lungomare, dal confine con Camporosso a quello con Bordighera.

“Si è partiti da due aspetti fondamentali ereditati dalla precedente amministrazione – afferma il prio cittadino -. In primo luogo concertare con tutti gli organi regionali e i vari settori di riferimento un progetto che avesse una visione di prospettiva almeno a cinque anni, che al suo interno avesse le seguenti finalità: un livello di qualità progettuale che potesse richiamare la continuità con i recenti lavori svolti tra Camporosso e Ventimiglia e in armonia con le progettualità di Bordighera; spostare i dehor e gli ingombri presenti in passeggiata a mare, a sbalzo sulla spiaggia, per creare importanti punti di vista sul nostro splendido mare e nei famosi tramonti conosciuti in tutte le classifiche mondiali”.

Il secondo obbiettivo: “E’ stato quello di avere un progetto approvato e pronto per ricevere tutti i finanziamenti disponibili – ancora Biasi – nei vari capitoli di finanza pubblica europea. Come si può notare abbiamo anche inserito nel progetto, tutte le singole opere collegate, come il canale scolmatore che da troppi anni la città di Vallecrosia attende i finanziamenti necessari”.

E aggiunge: “La stessa strada di collegamento a ztl solo per residenti e stata sottoposta agli enti preposti come le ferrovie dello stato. La presenza costante della Regione Liguria con tutti i funzionari e assessore Scajola sempre disponibili a valutare le nostre proposte, la conformità degli strumenti urbanistici comunali e la qualità progettuale ci tranquillizza a poter dire che siamo sulla buona strada”. Conclude il sindaco: “Nel ringraziare tutti coloro che credono nella possibilità che può essere migliorata e stravolta l’intera visione turistica di Vallecrosia e dell’intera zona intemelia, si chiede un impegno ulteriore ad avere le somme necessarie a realizzare questo fantastico progetto”.

Ha affermato Marco Scajola

“E’ un chiaro segno di ciò che l’amministrazione vuole dare del futuro della città. Stiamo vivendo in tutta la Liguria una fase storica. E’ di oggi la notizia che dal 2009, per la prima volta, il settore edilizio dà un segno positivo. I problemi sono ancora tanti, ma finalmente si può ripartire. In questa ottica nasce la volontà della Regione di aiutare quei Comuni che con grande determinazione e tenacia credono nello sviluppo del proprio territorio”.

E poi. “Vogliamo perseguire un rilancio di questa meravigliosa terra che è la Liguria e sono contento, quando vedo che si muovono tematiche importanti, come quella del fronte mare. Lavoriamo per un grande cantieri di una ciclabile che arrivi fino ad Andora, perché il rilancio turistico passa attraverso questo tipo di interventi”.

Conclude: “Abbiamo la progettazione e insieme lavoreremo alla fase più delicata, quella della ricerca dei finanziamenti. Abbiamo già 170mila euro della progettazione, attendiamo che il governo sblocchi tutto ciò che riguarda la Tirrenica, per la realizzazione di un’unica ciclabile dalla Liguria al Lazio”.

Leggi QUI le altre notizie

Leggi anche:  Ventimiglia: vertice di Forza Italia per ricostruire il partito

ALLEGATO

Allegato progetto