La bufera contro la Segre (Leggi QUI), tra i pochi sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti, dove fu rinchiusa a 14 anni per le sue origini ebraiche, si è scatenata dal momento in cui ha presentato, a Palazzo Madama, la proposta di una Commissione Parlamentare che prevede il monitoraggio degli episodi di odio, di violenza e di razzismo in grave crescita in tutto il paese e ne prevede la più rigorosa condanna.

Il Comitato Direttivo della Camera del Lavoro Territoriale di Imperia, riunitosi il 19 dicembre 2019, esprime ferma e affettuosa solidarietà alla Senatrice a vita Liliana Segre, fatta oggetto da più settimane di una vile violenza mediatica, di oltraggi razzisti e addirittura minacce, tanto da consigliare le autorità istituzionali a dotare la senatrice di una scorta personale.

Il Comitato Direttivo della Camera del lavoro di Imperia

“Auspichiamo che l’Amministrazione Provinciale – si legge in una nota della Camera del lavoro – inviti la Senatrice nei luoghi che sono stati fondamentali per il riconoscimento della medaglia d’oro per la lotta partigiana; che la proposta approvata al Senato, nonostante l’astensione dei gruppi di centro-destra, inizi al più presto i suoi lavori e raggiunga positivi risultati e che se ne dia monito affinché in tutto il Paese si levi un moto democratico contro ogni sorta di discriminazione razziale, odio e antisemitismo”.