Tribunale

“Il giudice di Imperia ha bocciato la prima proposta di concordato preventivo presentata da Aiga, il gestore del ciclo integrato delle acque a Ventimiglia, a fronte della collegata “sofferenza” di Rivieracqua, il gestore unico dell’acquedotto in provincia di Imperia, che avrebbe dovuto acquisire gli impianti”. Lo annuncia il consigliere comunale di minoranza a Ventimiglia, Giovanni Ballestra, che interviene con un duro attacco politico.

I piano iniziale

“Il Piano di rientro prevedeva che con la quota di liquidazione spettante (che Rivieracqua avrebbe dovuto versare ad Aiga, ndr), l’Aiga avrebbe pagato i propri creditori”. Ora si pone il problema: amministrativo oltre che politico. Chi pagherà? Rivieracqua o un nuovo gestore comprensoriale scelto con gara pubblica?

Dichiara Ballestra

Avverte Ballestra, in merito all’affidamento diretto: “Adesso ci ritroviamo, dopo sentenze favorevoli a Rivieracqua e avverse alle società partecipate; sentenze legittimate da una giustizia amministrativa che aveva dichiarato la bontà nel merito delle scelte dell’affidamento diretto del servizio al pubblico, che dopo cinque anni la sinistra non è riuscita a fare e disfare, e probabilmente dovrà ripiegare nuovamente sulla strada del privato”.

Leggi QUI le altre notizie