Casa di pietra

Dopo un contenzioso durato circa quarant’anni è stata abbattuta, stamani, in via Pasteur a Bordighera la famosa “casa di pietra”. La sua storia ha inizio all’epoca in cui le cooperative acquisirono l’uso di alcuni terreni della zona, in uno dei quali sorgeva l’abitazione. All’epoca, i titolari delle cooperative chiesero al Comune di realizzare un asilo in quell’edificio o qualche altra attività con finalità sociali, ma a causa di un contenzioso quella che casa – che sorgeva in zona C1 – non si potè toccare.

Le cooperative, quindi, stornarono quel terreno e successivamente l’inquilino di quella casa chiese l’usucapione dell’edificio. Contenzioso terminato con una sentenza del tribunale di Imperia, che dava ragione alla proprietaria (la signora Gervaso). In base a un accordo, quest’ultima ha lasciato il terreno al Comune, in cambio della possibilità di trasportare la volumetria in un altro terreno dove costruire un nuovo immobile. Quel terreno di via Pasteur servirà per allargare la viabilità.

Leggi QUI le altre notizie