Sanremo al Centro: bordate contro Lega su sicurezza cittadina

Si sente già odore di campagna elettorale a Sanremo, e il recente fatto di cronaca – lo stupro in pieno giorno a Sanremo di una 23enne britannica – diventa occasione per i confronti – e le strumentalizzazioni – politici. In particolare il gruppo consiliare Sanremo al Centro, lo stesso del sindaco Alberto Biacheri, risponde a tono alla Lega Nord locale, in merito ai fatti di questi giorni ““Strumentalizzare quell’episodio a scopi elettorali, arrivando ad accusare il Sindaco, – scrivono in una nota concitata i consiglieri Sindoni e Il Grande –  è penoso e testimonia il livello di quel partito a livello locale. Parlando di cose concrete, come siamo soliti fare, alla Lega di Sanremo chiediamo: quali azioni per la sicurezza hanno intrapreso quando governavano a Sanremo?”

“Voi che avete fatto?”

“Quante telecamere per la sicurezza cittadina hanno installato quando governavano a Sanremo? Quanti vigili stagionali hanno assunto? Anticipiamo noi la loro risposta: zero, su tutta la linea – continuano -. Su una cosa però concordiamo con loro – affermano Il Grande e Sindoni -: questi individui devono essere cacciati da Sanremo. E su questo chiediamo alla Lega Sanremo se può chiedere al Ministro dell’Interno a che punto sono i 600 mila rimpatri promessi in campagna elettorale. Perché qua non ne vediamo e, anzi, continuiamo ad assistere al grande lavoro delle Forze dell’Ordine troppo spesso vanificato da un sistema per cui persone cariche di precedenti penali poco dopo l’arresto ritornano in strada.

Vertice sulla sicurezza

Comunque – concludono i consiglieri – siamo disponibili ad organizzare un confronto con i vertici delle Forze dell’Ordine, a cui inviteremo anche gli esponenti locali della Lega, così che possano ascoltare dalla viva voce di chi opera tutti i giorni per la sicurezza della collettività se i nostri interventi siano stati effettivamente efficaci, o così che possano dare i loro validi consigli, sperando che conoscano la differenza tra i pochi poteri di un’Amministrazione comunale e i tanti doveri di un Governo in materia di sicurezza”. I consiglieri pongono anche l’accento sulla necessità di destinare rinforzi delle forze dell’ordine a Sanremo e costruire una ancor più capillare rete di videosorveglianza cittadina.