Circa centocinquanta persone hanno preso parte, in serata – a Villa Eva di frazione Latte, a Ventimiglia – al party organizzato dal leghista Flavio Di Muro per festeggiare il suo ingresso in Parlamento.

Di Muro, infatti, era già in partenza uno dei papabili parlamentari del Ponente e dopo l’exploit Lega è entrato di diritto a Montecitorio. Una festa Vip, naturalmente su inviti, alla quale hanno partecipato le personalità locali più importanti del partito, ma anche simpatizzanti e tanti amministratori che potremmo definire Lega-friendly.

E sì perchè, a parte gli storici: Sonia Viale di Bordighera; Alessandro Piana, consigliere regionale; Andrea Spinosi, segretario cittadino a Ventimiglia, c’erano anche tanti politici amministratori non iscritti al partito, ma che a quanto pare provano una simpatia.

A partire da Giacomo Pallanca, sindaco di Bordighera, verso il quale si vocifera di un appoggio politico del vice governatore della Liguria, Sonia Viale, in vista delle amministrative di giugno.

Quindi, Federico Bertaina, segretario comunale della Lega, a Bordighera; Antonio Federico, di Ventimiglia, segretario organizzativo provinciale della Lega, nonché caposegreteria del consigliere regionale Piana; Marcelo Bevilacqua, responsabile per l’immigrazione della segreteria provinciale del Carroccio.

Leggi anche:  Ladri di elemosina incastrati dalle telecamere in chiesa. Ecco le immagini

E poi, Ferdinando Giordano, sindaco di Vallecrosia, che ha accompagnato Emidio Paolino, leghista a tutti gli effetti. E poi, Roberto Nazzari e Daniele Ventura, il primo ex Alleanza Nazionale e il secondo Forza Italia, per i quali si era già vociferato in passato di una simpatia verso il Carroccio. Non escluso addirittura un loro ingresso nel partito, ma magari si trattava soltanto di una goliardata.

Quindi, il sindaco di Isolabona, Dario Faraone;Lorenzo Cortelli, Segretario Provinciale Movimento giovanile Lega nonché assessore nel comune di Isolabona; per proseguire con il sindaco di Pieve di Teco, Alessandro Alessandri e il vicesindaco di Camporosso, Maurizio Morabito.

Insomma tanti amministratori, molti più o meno vicini alla Lega che hanno voluto rendere omaggio al giovane deputato. Il party si è svolto nella storica proprietà dell’imprenditore Marcello Orengo.

La serata si è aperta, verso le 18.30, con un aperitivo (a cui è seguita una cena con servizio catering) ed è stato osservato un minuto di silenzio per scomparsa di Rosy Guarnieri, neo deputato leghista, ex sindaco di Albenga, mancata stamani, in ospedale al culmine di una lunga malattia.