“Lo ringrazio per aver accolto la mia proposta e quella dei miei colleghi di minoranza di fare i lavori nelle ore notturne creando meno disagio possibile. Proposte costruttive e pensate Ottimo lavoro ma…”.

Così il consigliere comunale di minoranza Fabio Perri si rivolge al sindaco Armando Biasi, aggiungendo: “Diamo a Cesare quel che è di Cesare. In questo intervento l’amministrazione Biasi non c’entra nulla ed è giusto riconoscerlo. Più volte il neo sindaco ha ribadito che per cinque anni non si è minimamente mai occupato dei problemi di Vallecrosia ed è così”.

Prosegue: “Un’importante opera si sta realizzando per la nostra città di Vallecrosia in questi giorni, L’asfaltatura della Via Aurelia di proprietà della società Anas. Un intervento che, dichiara Perri , come consigliere comunale, ho chiesto con determinazione e perseveranza con i miei colleghi consiglieri di minoranza ,da diversi anni alla precedente amministrazione , ma purtroppo senza mai averne un riscontro positivo”.

Quindi: “Finalmente però, vista la particolare necessità di emergenza e mancanza di sicurezza stradale , l’amministrazione Giordano, continuando a ricevere solleciti da parte nostra, completava l’iter per procedere con i lavori nel mese di maggio. Non avendo visto il cantiere iniziare i lavori, abbiamo richiesto l’intervento urgente di realizzazione dei lavori anche vista la stagione ormai alle porte”.

Leggi anche:  Vallecrosia: la minoranza attacca il vicesindaco sul parking per disabili

Conclude: “Sono pertanto soddisfatto dei lavori che si stanno svolgendo, conclude Perri, porgendo veramente i complimenti alla società Anas, alla società che sta realizzando i lavori ed alla nostra polizia Locale in particolare al Comandante Elvio Bonsignore, per aver risposto alle esigenze della nostra città e territorio evitando di creare forti disagi ai cittadini, ai commercianti ed a tutti i lavoratori che giornalmente si spostano da Vallecrosia per recarsi sul posto di lavoro. Rimaniamo comunque convinti che, fare i lavori a settembre: prima e non durante l’apertura delle scuole, come abbiamo dichiarato, sarebbe stato il periodo migliore”.