Nuovo ingresso nelle fila di Fratelli d’Italia Sanremo. Marco Damiano, conosciuto a Sanremo sia per l’attività politica che lavorativa (è stato amministratore unico di AUTO 3 spa, concessionario FIAT) è, infatti, entrato a far parte Partito di Giorgia Meloni, riconoscendosi sempre più nel suo progetto politico, sia a livello nazionale che locale.

Marco Damiano “Condivido e apprezzo liena politica di Fratelli d’Italia”

«La decisone di aderire a Fratelli d’Italia – dichiara l’interessato Marco Damiano – scaturisce dalla constatazione che si è venuta a creare una convergenza di idee e di valori che mi hanno portato non solo a condividere ed apprezzare la linea politica del partito a livello nazionale ma anche l’attività e il lavoro fino ad oggi svolto sul nostro territorio dagli esponenti di Fratelli d’Italia. Mi auguro che questa collaborazione sia l’inizio di un percorso insieme che possa far crescere e rendere sempre più forte il partito»

A questa dichiarazione di Marco Damiano si aggiunge quella di Michele Gandolfi, portavoce cittadino di FdI che così continua «Marco Damiano rappresenta sicuramente un valore aggiunto e un’importante risorsa per la crescita del nostro partito e porterà un valido ed utile contributo al nostro gruppo, anche in previsione delle prossime elezioni amministrative. Non si tratta di un volto nuovo né di un neofita della politica: nel 2009, infatti, è stato il secondo degli eletti nella lista civica “Vince Sanremo” che appoggiava il candidato Sindaco del centro destra e dopo la vittoria di quest’ultimo è entrato a far parte della maggioranza con il conferimento di diverse deleghe. Ha svolto il suo ruolo di consigliere con passione ed impegno, sempre confrontandosi in maniera diretta con i cittadini per capirne i problemi e dar loro risposte; e facendo ciò non ha mai mancato di rapportarsi in modo fattivo e collaborativo con l’intero apparato tecnico comunale, indispensabile per risolvere ed affrontare le criticità di una città come Sanremo. Durante il suo mandato di consigliere – continua Gandolfi – Damiano ha portato avanti diverse iniziative volte a migliorare la qualità della vita dei cittadini, restituendo loro aree degradate ed abbandonate. Si è occupato ad esempio del recupero dell’area giochi in zona Borgo, del parco giochi di C.so Trento Trieste nella cosi detta zona Sud Est, del giardino di Villa Ormond in C.so Cavallotti e ancora dell’area polivalente in località Poggio, i cui lavori di ripristino, bloccati da anni, sono stati avviati proprio da Damiano grazie anche ad un contributo proveniente dall’allora Assessore ai servizi sociali, patrimonio, verde pubblico e politiche giovanili Gianni Berrino. Per non dimenticare la rotatoria alla foce. Il progetto originario per la realizzazione della rotonda risale ai tempi dell’amministrazione Bottini, i lavori non poterono partire a causa di un ricorso presentato al TAR dalla società Oil Italia srl per annullare la procedura di esproprio dell’area su cui era ubicato il distributore di benzina. Damiano, sempre supportato dagli uffici tecnici comunali, seguì l’iter burocratico e legale della pratica finchè nel 2014, il TAR pronunciò sentenza favorevole al Comune. Nello stesso anno Biancheri vinse le elezioni facendone diventare uno dei cavalli di battaglia della sua campagna elettorale; la nuova amministrazione, nonostante il parere favorevole del TAR e un mutuo già attivato, non fece mai partire i lavori. O meglio – conclude Gandolfi – non li ha fatti partire fino ad oggi, quando a pochi mesi dalle elezioni, ha deciso di avviare i lavori di realizzazione della rotatoria, riprendendo il progetto originario e cosa ancor più grave attribuendosene, ingiustamente, tutti i meriti».