L’attuale sindaco di Riva Ligure Giorgio Giuffra è già sicuro della vittoria e potrà continuare a guidare il paese per altri 5 anni. La minoranza, infatti, rappresentata dai consiglieri Paolo Balloni (La Rinascita) e Lorena Sablone (Riv@ttiva), ha deciso di non candidarsi e di non presentare una lista, come abbiamo anticipato la settimana scorsa. Non ci resta, quindi, che andare alla scoperta della lista di Giuffra, intervistato su La Riviera in edicola questa settimana.

Il sindaco di Riva Ligure scende di nuovo in campo: “mi piacciono le sfide e posso vincerle”

“Mi sono adoperato per comporre una lista equilibrata – spiega Giuffra – che coniugasse l’esperienza di 5 amministratori uscenti, quali Franco Nuvoloni (vice sindaco), Francesco Benza (assessore), Martina Garibaldi (presidente del Consiglio), Giordana Castore e Giuseppe Grasso (consiglieri), con il contagioso entusiasmo di 5 nuove figure, quali Fabrizio Bianchi (commerciante), Silvia Boeri (docente nella scuola primaria e componente del Cda della Fondazione Asilo Infantile San Giuseppe), Valeria Brignolo (studentessa, la quale diventerà maggiorenne il 28 prossimo, risultando così la più giovane tra gli elettori), Caterina Gatti (infermiera) e Rosetta Sabatino (pensionata, per oltre 41 anni dipendente comunale)”.

Leggi anche:  L'assessore Scajola a San Bernardo di Mendatica e Badalucco

“Tra 5 anni, mi aspetto un paese ancora più altruista, più brillante, più dinamico, più pulito e più sicuro. Il tempo dell’illusione, coltivata e diffusa a piene mani, che tutto sia possibile, però, non mi interessa. Non sono intenzionato a lasciarmi affascinare da una narrazione facile, che ritragga Riva Ligure come una sorta di regno immaginario in cui il Comune può permettersi di spendere senza limiti, inseguendo promesse impossibili. Ad una campagna elettorale che può diventare un moltiplicatore della demagogia, preferisco piuttosto la fase delle sfide possibili. D’altronde, ho già dimostrato di saperle vincere”.