Monumento

Il ponte romanico sul rio Carne è stato dichiarato monumento nazionale e rende ancora più difficile la realizzazione di una centrale idroelettrica. Ad annunciarlo è il sindaco di Pigna, in alta val Nervia, nell’entroterra di Ventimiglia, Roberto Trutalli. “Un altro importante e fondamentale tassello lo ha posto il ministero dei Beni Culturali. Ai suoi funzionari e dirigenti va il plauso dell’amministrazione comunale, ponendo un vincolo sul Ponte di Carne, quale monumento nazionale”.

Si tratta, quindi, di un’altra vittoria del Comune nella lunga battaglia contro la realizzazione di una centrale idroelettrica, il cui contenzioso è approdato al Tribunale delle Acque di Roma.

Lo stesso Trutalli, prima ancora di diventare sindaco si era battuto per bloccare il progetto della centrale, attraverso la creazione di un comitato spontaneo di cittadini, battezzato “Amici del rio Carne”. “Un grazie a noi tutti – conclude il primo cittadino – un pezzo della nostra storia è salvo oggi e per il futuro affinché il nostro patrimonio storico architettonico e naturalistico sia salvaguardato da oggi per le generazioni future. Rio Carne è da oggi meno solo”.

Leggi QUI le altre notizie