Giorgio Giuffra scioglie le riserve e annuncia la sua intenzione a ricandidarsi a sindaco di Riva Ligure. L’attuale primo cittadino l’ha annunciato con una lettera che riportiamo.

Giorgio Giuffra si ricandida a sindaco di Riva Ligure: “non lascio le cose a metà”

Care Amiche e cari Amici,

a tutti Voi giunga il mio più cordiale augurio di Buon Anno. È un auspicio che Vi rivolgo per la quinta volta da Sindaco, l’ultima di questo mandato.  Rivivo la lontana emozione della mia elezione avvenuta il 26 maggio 2014 e colgo l’occasione per annunciarVi la mia ricandidatura nella prossima primavera.

Come vuole il mio spirito rivasco, non lascio le cose a metà. Non è stata una decisione superficiale. Non volevo fosse un automatismo.

In questi anni, ho potuto verificare quanto siano complesse ed impegnative le responsabilità che sono attribuite al Primo Cittadino. 

Ho lavorato per raccogliere le energie di cui è ricca la nostra Comunità, indirizzarne e soddisfarne responsabilmente le domande, contrastando particolarismi e chiusure egoistiche.

Non sempre ho vissuto momenti facili. Fare il sindaco è molto impegnativo, forse l’esperienza più difficile del mio percorso professionale.

L’ho fatto con impegno, determinazione e cuore. L’intenzione è mettere un altro pezzo di vita importante a servizio dei cittadini. Mi infonde fiducia sapere che Riva Ligure sia un paese che può far sempre leva tanto sulla sua storia quanto sul suo dinamismo, sulla sua capacità di rinnovarsi e migliorarsi. La trasformazione è in corso e noi possiamo fare bene, ancora di più.

È questo il saluto di Buon Anno che rivolgo dunque a tutti Voi, alle Vostre famiglie, ed in modo particolarmente affettuoso, ai bambini che Vi circondano. Ne incontro molti, nelle scuole e negli spazi a loro dedicati: e sono sempre una fonte fresca di gioia e di speranza. È pensando a loro che dobbiamo saper guardare lontano, saper guardare consapevolmente al futuro.