“Far mangiare i nostri figli costerà di più e gli anziani di Casa Serena pagheranno di più” lo sfogo di Tommasini

Dopo il Consiglio Comunale di ieri sera arriva la riflessione di Sergio Tommasini del Movimento “100percento Sanremo”

“I parcheggi aumentano.  Addizionale Irpef aumenta.
Sul casinò si apre lo scenario della prossima governance e del nuovo piano industriale. – scrive Sergio Tommasini in un comunicato stampa dopo i consiglio comunale di ieri sera – Sui buoni pasto, anche grazie alle firme raccolte, hanno parzialmente calmierato l’aumento andando ad aumentare le rette di Casa Serena. Prendono un po’ di più agli anziani e prendono qualcosa anche dalle famiglie con bambini. Inoltre Casa Serena entra nel piano alienazioni. Poco coerenti perché gli aumenti incidono fino al 2021 quando forse casa serena sarà già venduta.
Non hanno votato il nostro emendamento che scongiurava l’aumento dei buoni pasto sui tre anni. L’amministrazione ha volontariamente portato avanti gli aumenti e c’era il modo di evitarli. Quanto meno sui buoni pasto.
Sul nostro emendamento hanno detto che era rilevante mantenere le minime quote di spesa che avevamo proposto di tagliare per evitare l’aumento. In particolare le consulenze sul PUC, una quota minima sulla illuminazione pubblica e una quota sui cimiteri. Avevamo proposto anche di tagliare il capitolo degli sgravi e rimborsi perché era già abbastanza capiente. Evidentemente tutte queste rimodulazioni non sono piaciute all’amministrazione Biancheri che conferma che fare mangiare i nostri figli costerà di più e gli anziani a Casa Serena pagheranno di più. Non scordatevi che quando parcheggiate pagherete di più. Buon lavoro a tutti! “