“Sulla nuova struttura polifunzionale sul Molo delle Tartarughe domani facciamo un consiglio comunale monotematico. E’ stato richiesto e non possiamo non farlo. Ma a settembre, quando tutto l’iter amministrativo sarà terminato, faremo – come era nelle previsioni – una assemblea pubblica per spiegare nel dettaglio a tutti i dianesi i vantaggi di questa installazione”.

Giacomo Chiappori, Sindaco di Diano Marina, interviene sull’argomento che verrà discusso domani sera in Consiglio comunale

“Con questa nuova struttura, che non prevede le colate di cemento che mi pare vengano agitate preventivamente da alcuni in modo un po’ arbitrario, Diano Marina avrà finalmente una sede per organizzare congressi, convegni, incontri, piccole fiere, serate di gala, catering, eventi di ogni tipo. Per il momento se ne parla un po’ troppo per sentito dire. I progettisti stanno predisponendo tutto il necessario per realizzare questa struttura che servirà a tutto il Golfo dianese, non solo per il turismo. Come ha spiegato l’Arch. Carlo Alberto Cozzani durante la conferenza stampa di presentazione, sarà un oggetto polivalente, elastico, sarà alto sette metri e mezzo e sarà all’altezza delle della skyline di Diano Marina. Dalla piazza-terrazza posta sul tetto della struttura, ad accesso libero grazie ad una scalinata, si potrà ammirare il Golfo dianese nella sua interezza, da Capo Berta a Cervo”.

Leggi anche:  Pieve di Teco: sarà Roberta Ramoino la nuova segretaria del Comune

“Con questa grande opera – conclude Chiappori – andiamo a cercare il turismo congressuale, con una struttura che mancava e ora ci sarà, in una posizione strategica, come aveva dimostrato il Palavela. E’ un intervento importante, per il quale ringraziamo la Regione Liguria che finanzia quasi interamente l’operazione. Quando tutto sarà pronto, i dianesi verranno informati compiutamente e ne apprezzeranno ogni dettaglio. Ne sono certo.”