Isola ecologica

“L’area ecologica è stata spostata dalla precedente postazione in quanto, essendo posizionata sotto il ponte, richiedeva il passaggio in piazza Mauro dei mezzi della nettezza urbana, i quali, in questi anni, hanno danneggiato diverse parti della pavimentazione. Essendo la stessa stata ripristinata appena lo scorso anno, per non ricreare la stessa problematica, facendo ricadere ulteriori costi sulla comunità, si è pensato di traslare l’area ecologica in altro luogo, comunque fruibile dai residenti del centro storico”.

Così la maggioranza comunale

di Dolceacqua, capitanata dal sindaco Fulvio Gazzola,  interviene dopo la segnalazione del consigliere comunale di opposizione, Igor Cassini, sull’isola ecologica vicino alle scuole elementari, all’origine di effluvi maleodoranti.

“Il posizionamento non ha causato la perdita di un posto auto per disabili, come erroneamente sostenuto dalla minoranza, in quanto lo stesso parcheggio è stato recuperato a fianco dell’area – prosegue -. E’ pur vero che si tratta di una soluzione temporanea ,come già affermato, non per il luogo, bensì per la modalità di raccolta. Nel nuovo bando di raccolta dei rifiuti ,infatti, si prevedono aree ad accesso controllato, chiuse, autopulenti e con un minore impatto visivo”.

Leggi anche:  Approvato in Regione un DDL a favore dei lavoratori transfrontalieri

E poi. “Si ricorda ,inoltre, che il servizio e la gestione della raccolta dei rifiuti , per norma, devono essere coordinati in forma comprensoriale. Purtroppo, a causa di diversi motivi (rapporti tra comuni, cambi amministrativi, etc..), il bando che porterà al nuovo servizio è slittato di oltre due anni rispetto alla data in cui l’amministrazione aveva deciso questo spostamento. Alla luce di questo ritardo, già nei mesi precedenti​ l’amministrazione ha chiesto dei​ preventivi per verificare la disponibilità finanziaria ad installare autonomamente una di queste aree ecologiche, proprio da posizionare vicino alla scuola in sostituzione di quella attuale”.

Conclude: “Visto il costo, l’amministrazione ne prevederà l’eventuale acquisto, se possibile, in fase di verifica dei residui a fine anno; in caso contrario, verrà messo nel bilancio del prossimo. Segnaliamo infine che è stato fatto recentemente un intervento di sanificazione delle aree dedicate alla nettezza urbana da parte degli operai del comune”.

Leggi QUI le altre notizie