Fabrizio Cravero, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia, commenta il fatto che premiazione e serata di gala della Coppa di auto d’epoca Milano Sanremo sia stata organizzata a Montecarlo e non al traguardo nella Città dei Fiori.

Coppa Milano Sanremo

 

Ancora una volta una Manifestazione con la M maiuscola che non viene valorizzata dall’amministrazione in carica del Comune di Sanremo: la Coppa Milano Sanremo delle Auto Storiche, non solo è uno tra gli eventi più importanti per le vetture in questione, ma l’alto livello dei partecipanti va di pari passo con la possibilità di far conoscere Sanremo e tentare di accogliere al meglio chi possa spendere del tempo sul nostro splendido territorio.

Già lo scorso anno si erano visti i segnali di come questa amministrazione non creda e non investa sul Turismo sportivo e in particolare quello legato al Motorsport; il mondo dei motori, come sappiamo e come è noto a qualsivoglia persona, viene frequentato da chi ha possibilità economiche per intraprendere gare o raduni di elevata specie come quello in questione e non può, quindi, che portare benefici e prestigio alla Città dei Fiori.

La sfilata per il centro cittadino nel 2018 non fu promozionata, non vennero pubblicizzati passaggi e i numerosi passanti che si trovarono le splendide vetture in Via Matteotti nel sabato pomeriggio furono increduli.

Tuttavia, l’organizzazione della Coppa Milano Sanremo quest’anno ha deciso che MonteCarlo sia una piazza migliore per accogliere i loro ospiti alla fine della trasferta e ciò è ovviamente dipeso dall’inesistente investimento sulla Gara da parte dell’attuale giunta.

E’ ai limiti dell’incredibile che il Sindaco dichiari oggi di essere rammaricato: la responsabilità politica è evidente e siamo certi che nel 2020, grazie al programma ideato sul Motorsport da parte del candidato sindaco Sergio Tommasini, la Coppa Milano Sanremo avrà gli onori a Sanremo che meritano, perché la nostra città non è inferiore ad altre per strutture ricettizie di alto livello.

I cittadini sanremesi hanno voglia di vedere queste splendide vetture in parata, e magari poterle ammirare in uno spazio a loro dedicato; essendo Sanremo, non da ieri, terra di Rally e Motori ciò non potrà che essere apprezzato.

Un’altra occasione mancata e un altro motivo per cambiare, con il voto di maggio, per avere anche in campo turistico un cambio di passo, anzi in questo caso un cambio di marcia.

Fratelli d’Italia, sempre attenta a queste tematiche e al Turismo sportivo, non può che rimanere delusa per la perdita della centralità della Coppa Milano Sanremo e si impegnerà nella realizzazione di politiche a favore di un Turismo “Motorsportivo” a tutto tondo che non può che portare lustro a Sanremo e alla Riviera dei Fiori”.