Tensioni a Ceriana dopo il risultato elettorale e la decisione del sindaco Maurizio Caviglia di nominare vicesindaco Paolo Roverio.

Clamoroso a Ceriana, non fa il vicesindaco e se ne va sbattendo la porta

Sono ancora giorni di rodaggio per la giunta Caviglia, succeduto a Bruna Rebaudo nella guida di Ceriana. Devono ancora essere confermate le deleghe agli assessori e i vari incarichi, che probabilmente verranno stabiliti nel Consiglio comunale del 12 giugno. Al momento è solo certa la carica del vicesindaco Paolo Roverio, il più votato con 65 preferenze, della lista unica “Ceriana nel cuore”.

Una scelta che però non è risultata gradita dal consigliere Gianni Valenzano, che ha rassegnato le sue dimissioni. “A pochi giorni dalla mia elezione a Consigliere Comunale del Comune di Ceriana, questa mattina ho consegnato all’Ufficio Protocollo del Comune le mie dimissioni dalla suddetta carica” ha riportato anche sul proprio profilo Facebook.

“Consapevole che l’azione amministrativa avesse bisogno di un nuovo impulso in continuità delle opere da noi svolte nella scorsa amministrazione, la ho seguita nella costruzione di questa nuova squadra di governo” ha scritto in una lunga lettera. E aggiunge: “in questi pochi giorni di governo sono venuti meno tutti quei valori di sincerità e condivisione che, a mio parere, sono la base per la costruzione di un gruppo unito e coeso verso quei grandi obbiettivi che il nostro paese merita. La mia formazione in questo campo mi pone forse tra i cultori di una amministrazione vecchio stampo e non in linea con i tempi ma ritengo fondamentali in questa fase le Riunioni di Maggioranza per la discussione e l’attribuzione di cariche e competenze e non sono avvezzo a ricevere comunicazioni formali, meritevoli di discussioni e approfondimenti tramite un messaggio WhatsApp”.

Leggi anche:  Donna cade in campagna a Ceriana, allertato l'elicottero

La replica del sindaco

Carissimo Gianni Valenzano, Le voglio ricordare che, quando cinque anni fa fui eletto consigliere con il maggior numero di voti e il Sindaco Bruna Rebaudo, ha conferito la carica di Vicesindaco a Lei e a me quella di Assessore, non mi sono mai permesso di fare obiezione ne verso di Lei ne verso il Sindaco. Ho rispettato la sua scelta e accettato con entusiasmo il mio compito e la mia carica perché volevo fare veramente qualcosa per il mio paese e premetto l’avrei fatto anche se avessi avuto incarichi “solo” da consigliere. Mi rammarico che Lei non abbia avuto la stessa ispirazione e sentimento verso il paese che dice di amare. Chi ama il suo paese, si presta a servirlo e a aiutarlo anche da semplice cittadino senza gradi o cariche e a Ceriana ne abbiamo più che un esempio. La saluto e la ringrazio. Maurizio Caviglia

La lettera completa di Valenzano