Il sindaco Armando Biasi risponde alle accuse del consigliere di opposizione Fabio Perri in merito al caso municipio Vallecrosia (Leggi qui)

Caso municipio Vallecrosia

“Negli ultimi due mesi di incontri presso la Regione Liguria, e presso gli uffici del demanio, abbiamo preso atto, che avremo in proprietà gratuita gli immobili delle caserme Pellizzari, dove oggi è presente la sede Comunale” spiega Armando Biasi, sindaco di Vallecrosia.

“Alla luce di ciò, la maggioranza ha preso la decisione e l’ha comunicata in commissione alle minoranze, di voler ampliare in quella sede il Municipio, facendolo diventare la Villa Comunale, demolendo il vecchio fabbricato delle scuole Andrea Doria”.

E poi: “Grazie a ciò potremo demolire la caserma della polizia municipale, come già previsto, e spostarla nella sede principale dei nostri agenti . Verrà aperto comunque un punto di servizio dei cittadini in centro città. A seguito dello spostamento della polizia municipale si otterrà la modifica del tracciato viario che era previsto dentro la scuola e che avrebbe penalizzato i nostri ragazzi”.

Leggi anche:  Consiglio comunale Sanremo: le interpellanze di Fratelli d'Italia

Un risparmio di 2,5 milioni di euro

“Siamo felici perché queste scelte di programmazione, migliorerà la vita delle famiglie e degli studenti, senza aggravio di costi, ma con possibilità di creare economia virtuosa per il Comune. Ho letto che Perri ci accusa di avere cambiato idea circa il posizionamento del municipio. Confermo e rafforzo l’idea che abbiamo cambiato la scelta del nuovo sito comunale in quanto faremo risparmiare ai cittadini circa 2,5 milioni di euro”.

Conclude Biasi: “La nuova pianificazione è nata dallo studio di varie soluzioni insieme agli altri enti, e tra quelle possibili abbiamo scelto la meno onerosa per la città. Apporterò sempre modifiche di indirizzo per il bene comune, la pubblica amministrazione a dei principi contabili molto seri che vanno rispettati”.