Il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti risponde al consigliere regionale Giovanni Lunardon sul Decreto Sicurezza

Botta e risposta tra Toti e Lunardon “Pensate a come il PD ha gestito immigrazione”

“Caro Lunardon – scrive Giovanni Toti, presidente di regione Liguria – cari amici del Pd, sono certo che i liguri e i genovesi non rimpiangono il tempo del vostro Governo nazionale e regionale, con immigrati ospitati in via XX Settembre nel nostro capoluogo, dove pochi liguri potrebbero permettersi di abitare, e non rimpiangono neppure il mercatino abusivo di corso Quadrio, dove si vendeva di tutto irregolarmente, mentre gli ambulanti italiani lottavano con la direttiva Bolkestein. Senza contare, è doveroso ricordarlo, la situazione di degrado che ogni giorno si viveva a Ventimiglia, un angolo di Italia totalmente fuori controllo”.

“Siamo seri – prosegue Toti -, tutto è migliorabile, anche il Decreto Sicurezza, e quando il Governo ha sbagliato l’ho detto chiaro e tondo. Ma pensare a come voi del Pd – conclude – avete gestito immigrazione e sicurezza, pensare che non siate ancora convinti dei vostri errori nonostante le bocciature dei cittadini, mi fa correre un brivido lungo la schiena”.