Laura Arimondo, commercialista, ha presentato la sua lista “Insieme si può”, con cui si candida sindaco di San Bartolomeo al Mare.

A San Bartolomeo al Mare Laura Arimondo lancia la sfida a Valerio Urso

Ex consigliere di maggioranza, da cui era fuoriuscita, Laura Arimondo si candida per rispondere a quella che ritiene una mancanza di una visione progettuale dell’attuale amministrazione.

“Non comprendiamo la direzione presa, si punta sugli oneri di urbanizzazione, una scelta secondo noi poco lungimirante, mentre ci sono urgenze come l’acquedotto – ha spiegato durante la presentazione del programma -. A candidarmi mi ha spinta quello che stiamo vedendo nel nostro paese, soprattutto uno scenario di decadimento e impoverimento che sta andando avanti da molti anni, e che sembra senza ritorno con questa amministrazione. Non abbiamo capito quale direzione vogliamo prendere, non è chiaro e pensiamo che dopo aver sentito le loro linee guida, muoversi solo sugli oneri di urbanizzazione non sia una scelta lungimirante. Visto il decadimento e che ci aspettiamo qualcosa dal nostro paese che vorremmo fosse vivibile, gradevole e rifiorente, ci siamo proposti in questa nuova veste. Siamo tutte persone del posto nate e cresciute qui in maggioranza, che lavorano qua e sentono l’esigenza di creare un ambiente migliore per sé e per la generazione a venire”.

Leggi anche:  Botta e risposta tra Scullino e Ioculano sulla nuova scuola di Ventimiglia Alta

I punti cardine del programma? “Dare alla città un’identità turistica, perché manca una direzione, soprattutto da questo punto di vista. Poi sfruttare l’opportunità per questo offerta dall’ex sedime ferroviario e di tutta l’area rurale del nostro comune, il nostro clima, inoltre il territorio sarà al centro del programma sportivo”.