Extravergine

E’ decollato oggi, a Imperia, con l’approvazione del regolamento di esecuzione e con l’apertura della campagna di adesioni, il progetto di Oleoteca regionale ligure per la promozione dell’olio extravergine di oliva. “L’Oleoteca esiste già da alcuni anni, ma oggi inizia la campagna associativa, che riteniamo sarà numerosa – ha affermato, stamani, il presidente dell’associazione, Enrico Lupi, alla Camera di Commercio di Imperia, alla presentazione del progetto -. Abbiamo diverse occasioni di visibilità, a partire dal ‘Golosario’, di Milano, a fine ottobre; per proseguire con ‘Peccati di Gola’, a inizio a novembre, a Mondovì”.

Così come l’enoteca…

Così come per accade già per l’enoteca regionale, la convinzione è che anche l’olio, al pari del vino, vada degustato. “Accanto a questo luogo virtuale – ha aggiunto il vice presidente di Oleoteca, Gianfranco Croese – vorremmo aprire delle vetrine, in tutta la Liguria e con l’aiuto dei produttori, affinché vengano non solo mostrate le eccellenze della nostra regione, ma si organizzino pure corsi di formazione e momenti di degustazione, per arrivare, un domani, anche alla vendita del prodotto”.

Il progetto

Il progetto è partito con l’apertura di un info point, in Camera di Commercio a Imperia, per dare assistenza e informazioni ai produttori, che in Liguria – parliamo di quelli con una propria etichetta – sono circa 150, una settantina dei quali in provincia di Imperia. Al momento i soci sono una quindicina, ma l’obiettivo è di arrivare a cento per la fine dell’anno.

Leggi anche:  Scuola: Regione approva programmazione risorse nazionali per nidi e infanzia

Le attività

Tra le varie attività in programma, c’è anche la promozione dell’olio ligure in eventi che si tengono in altre regioni italiane, con protagonisti i produttori. “Visto il periodo delle Vele d’Epoca – conclude Lupi – spero che le nostre vele siano dispiegate al vento e che possano raggiungere luoghi sicuri”. L’associazione ha già attivo un sito all’indirizzo: www.oleotecaregionaledellaliguria.it.

Leggi (QUI) le altre notizie

ENRICO LUPI