Nuovo corso all’Itis di Imperia improntato sulla figura del Web Community Manager. Le peculiarità saranno illustrate a margine dell’Open Day del Polo Tecnologico Imperiese il 12 gennaio 2019, dalle 14:30 alle 19:30

Il futuro sul web: nuovo corso al Polo Tecnologico Imperiese

Nell’ambito della riforma degli istituti Professionali, a partire dall’a.s. 2019/20, il tradizionale profilo professionale dell’indirizzo commerciale dell’Istituto “Calvi”, una costola del Polo Tecnologico Imperiese, sara integrato con conoscenze, abilità e competenze volte a valorizzare la nuova figura del Web Community Manager attraverso un opportuno potenziamento della didattica digitale e utilizzando le opportunità della rete.

Il Polo Tecnologico Imperiese ha deciso infatti di investire fortemente sulle nuove professioni del Web, approfittando delle possibilità offerte dalla flessibilità e dall’autonomia scolastica, puntando sulla, progettazione di un nuovo indirizzo di studi che va a integrare il tradizionale Professionale per i Servizi Commerciali con conoscenze, abilità e competenze richieste dal profilo professionale Community Manager, come definito dall’international Web Association (IWA)

La figura del Web Community Manager

Il Community Manager è una delle figure oggi maggiormente richieste dal mercato del lavoro e promette di esserlo anche nei prossimi anni; sta assumendo una crescente importanza strategica nelle
aziende, nelle istituzioni, nella pubblica amministrazione per la sua capacità di gestire comunità virtuali che ruotano attorno ad un sito web, e soprattutto attraverso gli strumenti di comunicazione interattivi con gli
utenti, social network in testa.

Leggi anche:  I ragazzi di Ventimiglia alla scoperta dei cetacei nel Santuario Pelagos

Il tecnico dei servizi commerclali per le communities on line è in grado di supportare imprese ed aziende pubbliche e private, nel difficile compito di portare sul web e sui Soclal Network attività come la gestione amministrativa, marketing, comunicazione aziendale, vendita, customer care, contribuendo in
maniera efficace ai processi di innovazione e globalizzazione in atto.