Hanno dimostrato di gradire molto sia il Concerto, sia l’iniziativa dell’ Aperitivo pre-concerto, i numerosissimi intervenuti – compresi tanti amici e colleghi musicisti – che hanno fatto il tutto esaurito ieri sera il Parco di Villa Ormond a Sanremo in occasione del “ Concerto per Dodo Goya”: il noto contrabbassista jazz sanremese di fama internazionale scomparso nel marzo del 2017. La manifestazione si è svolta con il Patrocinio del Comune di Sanremo, sottolineata dalla presenza del Sindaco Alberto Biancheri, dall’Assessore alla Cultura Silvana Ormea ed altri rappresentanti dell’amministrazione comunale.
Dalle 20 a poco dopo le 21 il tempo è trascorso velocemente sorseggiando qualcosa in attesa del concerto, che ha offerto oltre 2 ore e mezza di buona musica. La serata è iniziata con la proiezione di un video con foto e momenti della carriera del musicista, con in sottofondo il brano scritto da Goya (musica) e Giuseppe Conte (testo).
La colonna sonora della serata è stata affidata alla “ Ottimo Massimo Grand Band ”: formazione composta da 13 musicisti e condotta dal trombettista, compositore, arrangiatore e direttore, Giampaolo Casati, che ha proposto brani di Andrea De Martini, sassofonista e compositore sanremese con quasi 40 anni di esperienza in questo genere musicale.
Gli ospiti annunciati (tranne Riccardo Zegna, che purtroppo per un’improvvisa indisposizione non è intervenuto) – tutti musicisti che tante volte hanno si sono ritrovati sul palco conGoya – sono stati applauditi a lungo: Giampaolo Casati alla tromba, Pietro Tonolo ai sax e John B. Arnold a batteria e percussioni, che si sono inseriti, alternando la scaletta della serata, nella “ Ottimo Massimo Grand Band”.
Presente il figlio, Matteo Goya, con la famiglia. Intervenuti a ricordare la figura di Dodo, sono stati Umberto Germinale (noto fotografo jazz), Giuseppe Conte (poeta e grande amico di Dodo), Freddy Colt (musicista, arrangiatore e fondatore della Red Cat Jazz Band) e John B. Arnold (batterista della serata) anche lui tante volte in scena con contrabbassista sanremese.
Oltre alla novità dell’Aperitivo pre-concerto, la seconda caratteristica dell’evento è stata la raccolta fondi a favore del ” Gruppo Famiglie Dravet”: un’ Associazione, nata nel 2010, che si occupa di promuovere la ricerca scientifica, migliorare la qualità della vita e fornire sostegno alle famiglie i cui neonati sono colpiti da questa incurabile malattia, che comporta una grave forma di epilessia farmacoresistente, associata ad altri disturbi quali problematiche del linguaggio, ritardo psicomotorio, problemi ortopedici e di deambulazione, disturbi del sonno e problematiche comportamentali. L’

Leggi anche:  Domani sera i più grandi successi della musica italiana con l'Orchestra Sinfonica

attività dell’Associazione mira a sensibilizzare cittadini ed istituzioni su questa terribile malattia.

“ L’obiettivo è che questo concerto possa diventare un appuntamento fisso di ogni estate per ricordare l’amico Dodo. – Ha sottolineato Andrea De Martini – Sicuramente gli amici musicisti sono tutti disponibili e la riuscita della serata dimostra che il gradimento del pubblico è grande. Sono davvero soddisfatto del risultato”.
La serata, con ingresso ad offerta libera, ha fruttato ben 1.380 € che l’ Associazione Cooperativa “ Dem’Art” di Sanremo – che ha curato Produzione ed Organizzazione dell’evento – ha provveduto a donare a Vania Zaghi (Referente Regionale e membro del Direttivo del Gruppo Famiglia Dravet) e Paolo Marelli che sono intervenuti illustrando la loro attività. www.sidromedidravet.org