Serata conviviale del Panathlon Club con il direttivo di Stai Italia

Un sodalizio nato nel 1996 grazie alla Marina Militare e lo Yacht Club Italiano

Il Presidente del Panathlon Club Imperia-Sanremo Angelo Masin  saluta e ringrazia per la partecipazione l’Ing. Matteo Buzzo presidente della STAI-ITALIA e l’Ammiraglio Antonello Alias già comandante del Centro Sportivo remiero di Sabaudia

L’ Ing. Matteo Bruzzo ha ricordato le origini del sodalizio fondato, senza scopo di lucro, nel 1996 dalla Marina Militare e dallo Yacht Club Italiano, espressione Italiana dell’organizzazione internazionale che promuove l’attività collettiva dei grandi velieri (Tall Ships), quale strumento di formazione giovanile e di fratellanza internazionale tra i giovani amanti del mare e della vela. La STAI ITALIA ha detto L’ing . Bruzzo non fa solo scuola di vela, ma anche di “marineria”, in termini di senso di responsabilità, rispetto degli altri in un ambiente di vita comune particolarmente impegnativo, adattamento al lavoro di gruppo, rispetto del mare e della natura. In particolare vengono realizzati “raduni addestrativi” a carattere locale con uscite in mare nei fine settimana dei giovani allievi iscritti, allievi di età non inferiore ai 16 anni e non superiori ai 26. A grandi eventi velici nazionali come “Vele d’Epoca”, “Mille Vele Genova”, “Trofeo Accademia Navale Livorno”, ma anche internazionali, vengono invitati i giovani a partecipare numerosi. Fa inoltre presente la concreta collaborazione con Istituti Nautici e scuole Superiori attraverso la formula di “Alternanza scuola lavoro”. Anche a Sanremo, STAI ITALIA è operativa con diverse imbarcazioni e con armatori esperti e disponibili. La Stai-Italia opera grazie soprattutto al sostegno della Marina Militare, che contribuisce all’attività operativa fornendo le proprie imbarcazioni e dello Yacht Club Italia nonché grazie alle quote annuali versate dai Soci ed alla collaborazione di volontari non retribuiti. Essa ha sede a Genova.

Il delegato STAI ITALIA di Zona, Giovanni Mamuguerra, ha illustrato le navigazioni effettuate in questi ultimi anni con i numerosi allievi e le diverse rotte costiere e d’altura che vengono effettuate. Anche la nave a vela “Pogoria”, battente bandiera polacca, spesso ormeggiata al Porto Vecchio di Sanremo può, a richiesta, invitare giovani iscritti alla STA di partecipare alle sue navigazioni mediterranee.

Nel corso della serata sono stati presentati due giovani ragazzi che hanno già raggiunto buoni risultati velistici: Matteo Sorgentone e  Luca Cassini 

Il Presidente del Panathlon Club Imperia Sanremo Angelo Masin al termine della serata ha ringraziato l’ing. Bruzzo  per la sua interessante e forbita relazione e lo ha omaggiato del libro realizzato in occasione del 60° anno di fondazione del Panathlon Club Imperia-Sanremo che racconta 60 anni di Panathlon e di Sport in Provincia di Imperia. La serata, ricca di proposte e spunti operativi, si è chiude con l’omaggio di un libro sulla STAI da parte dell’Ing. Bruzzo  al Panathlon Club Imperia-Sanremo.