MercantIneja la mostra mercato di varie tipologie merceologiche produttive e artigianali festeggia la 10° edizione nella tradizionale e invitante location di calata GB Cuneo dal 14 al 25 giugno 2018.

MercantIneja 2018: grande festa per la decima edizione

Saranno circa 40 gli espositori, presenti tutti i giorni dalle ore 18 alle ore 24 con una apertura anticipata pomeridiana nelle giornate di domenica.

Anche per l’edizione di Ineja 2018 è stato programmato un calendario di eventi vario e di qualità. Si spazia dalla gastronomia e il buon mangiare allo sport, dalla cultura alle attività sociali, assistenziali e di solidarietà. Ancora, dall’ambiente al tempo libero, dalle tradizioni e storia locali ai social network, dalla salvaguardia del territorio alla valorizzazione del nostro entroterra. Insomma, un mix di eventi che coinvolgeranno i giovani e i meno giovani, persone di ogni ceto sociale che ritrovano, sulla festa, il piacere di incontrarsi.

Mediterraneacucina

Elemento fondamentale e insostituibile di tutta la manifestazione è oggi, più che mai, rappresentato dalla “ mediterraneacucina”. La ristorazione di San Giovanni, con i suoi tradizionali piatti che si ripetono negli anni e qualche nuova proposta . Lo stoccafisso all’onegliese, ancora protagonista incontrastato, il minestrone all’onegliese, la frittura di calamari, i muscoli, il cundiùn, gli spiedini alla brace. Ancora, lo zabaglione di Alessandro e l’hamburger con pomodori e alle acciughe fritte cucinate nelle serate di venerdì 15, dome nica17, martedì 19, giovedì 21 e sabato 23 giugno.

La festa religiosa

Il giorno 24 giugno è in programma la festa religiosa e i fuochi d’artificio. La concomitanza della festività domenicale consentirà a tanti fedeli e cultori della storia locale di assistere alla solenne funzione religiosa del mattino, che si svolgerà nella Basilica di san Giovanni e, nel tardo pomeriggio, alla grande processione (annunciata dal suono festoso delle campane). I cristi e le casse dei santi portate a spalle dalle varie confraternite ed associazioni di giovani, lungo il classico percorso del centro storico di Oneglia.

Sarà anche occasione per salutare il parroco don Mario Ruffino che, tra breve lascerà il suo importante incarico presso la comunità religiosa onegliese.

I fuochi d’artificio

In tarda serata, dopo le 22:30, il Comitato San Giovanni e l’azienda Martarello presenteranno il tradizionale spettacolo dei fuochi d’artificio in onore del santo patrono di Oneglia

Come li descriveva lo storico Lucetto Ramella: “i più belli sono sempre accompagnati da un oh! di ammirazione …. il finale pazzo è sempre di grande effetto …. una serie di tre colpi, l’ultimo è micidiale, ieri come oggi, ne annuncia il termine …. si scatena, interminabile, il battimani, ieri come oggi …. la festa di avvia alla conclusione, la gente rincasa …. tra un anno sarà ancora San Giovanni”.

Leggi anche:  Ecco le spiagge eccellenti del Ponente ligure: tutti i giudizi Arpal

Un omaggio alla città che si rinnova, anno dopo anno.

Il commento del Comitato

Commentano Marco Podestà, presidente del Comitato san Giovanni, in compagnia di Nino Corbeddu e Guido Marchese vicepresidenti dell’associazione.

“Per prima cosa lasciateci rivolgere un pensiero di ringraziamento e gratitudine a tutti quei soci, collaboratori e amici (non sono tanti! ma hanno specifiche competenze ed operano con grande responsabilità e passione) che in questo ultimo periodo, spesso dietro le quinte, hanno preparato la festa e hanno consentito al nostro Comitato di offrire il proprio valido supporto di aiuto e sostegno ad altre iniziative realizzate di recente sul territorio. Potremmo ricordare la Festa della Repubblica, Aspettando San Giovanni, la Festa dell’Affido con la passeggiata tra gli ulivi, il concerto dell’Orchestra Giovanile del Ponente Ligure Ligeia, per citarne solo alcune.

Ineja 2018 presenta novità in cucina, nella preparazione di alcuni piatti, nella squadra del personale dei collaboratori, alcuni nuovi e tutti volontari. Ancora, nella gestione dell’area ristorazione, nella logistica all’interno dell’area festa. Già fin d’ora chiediamo la vostra comprensione e disponibilità se, involontariamente ed inizialmente, si dovessero creare qualche piccolo contrattempo o disfunzione che, vi assicuriamo, cercheremo di sistemare nel brevissimo …. offriteci, come per il passato la vostra attenzione e pazienza. Si tratta, dopo tutto, sempre di una piacevole festa. Di un incontro, di qualche giorno, di qualche ora, che cercheremo di farvi vivere con serenità e piacevolmente.

Un nuovo grande impegno che coinvolge tutta la struttura del Comitato, consiglio direttivo, gruppo gestionale, soci, collaboratori. Speriamo possa svolgersi, in primo luogo, in piena serenità, con la partecipazione e la vicinanza da parte di tanti amici e con un consuntivo finale che possa consentire agli organizzatori di guardare al futuro con la consapevolezza, grazie al sostegno e aiuto degli imperiesi e ospiti, di poter già progettare e programmare un’altra nuova festa”.