Neanche il maltempo ha fermato la festa del Ciao, la festa che segna l’inizio delle attività per l’ACR.

L’evento era stato rinviato per il maltempo

L’incontro, inizialmente fissato per lo scorso sabato ma rinviato causa allerta, si è svolto regolarmente il 3 novembre: erano presenti quasi 200 bambini con i loro educatori provenienti dalle varie Parrocchie della Diocesi. Lo slogan “Ci prendo gusto” ha guidato le attività che i bambini hanno svolto rallegrando le vie di Ospedaletti e li accompagnerà nel loro cammino di fede durante questo anno. Gli Acerrini, suddivisi in squadre, si sono sfidati per trovare i vari ingredienti necessari per ottenere il pane, acquisendo consapevolezza del fatto che gli ingredienti vanno dosati e amalgamati ben bene per ottenere il risultato finale: una metafora perfetta del proprio cammino di fede da vivere in parrocchia ma anche in diocesi.

Al termine, dopo la merenda, la S. Messa celebrata dall’assistente diocesana per l’acr, don Diego Basso insieme all’assistente unitario, don Alessandro Ghersi e al “padrone di casa” don Remo Carosi che è stato felicissimo di vedere la sua Chiesa colma di bambini con le proprie famiglie: