Ho più di un amo nello stomaco è il secondo progetto discografico del cantautore siculo-ligure con passato da buskers Sergio Pennavaria

A Ventimiglia il musicista Sergio Pennavaria

Ho più di un amo nello stomaco è il secondo progetto discografico del cantautore siculo-ligure con passato da buskers Sergio Pennavaria che sarà a Ventimiglia “Al Galeone” sabato 9 novembre.  A distanza di otto anni dal circense Senza lume a casaccio nell’oscurità, suo primo EP, questo nuovo lavoro si presenta nella forma di un concept album con dodici tracce che nuotano metaforicamente in un teatro subacqueo, nel ventre del concetto di profondità dell’essere umano, con tanto di emozioni e sentimenti. Pennavaria scava dentro sé e prova a rendere universale ed esplicito ciò che spesso nella quotidianità non si riesce ad esprimere. Un album con cui Sergio sta raccogliendo ampi consensi tra stampa e addetti ai lavori, vedi la recente partecipazione ad Un giorno da gambero su Radio1,  come anche la recensione su Vinile o la partecipazione alla rassegna “Il Tenco ascolta” a Laigueglia.

 

Sergio Pennavaria nasce a Siracusa nel 1975. Una laurea in Belle Arti ottenuta con il massimo dei voti dopo aver discusso una tesi sperimentale dal titolo La Maschera del volto e scritto per l’occasione una piece teatrale intitolata Ring. Compositore, pittore, attore. Nel 2008 si trasferisce a Savona, dopo l’esperienza folk con i Calìa, band orientata verso la musica popolare del sud Italia contaminata però da blues, rock e jazz, il tutto cantato in dialetto siciliano. Nel 2008 pubblica l’album Senza Lume A Casaccio Nell’Oscurità, da lui scritto e arrangiato, contenente dodici tracce, album in cui partecipano ospiti del calibro di: Carlo Aonzo (mandolino), Claudio Bellato (chitarra elettrica), Gianni Martini (fisarmonica), Davide Baglietto (flauto), Martino Biancheri (tromba, trombone), Renzo Luise (chitarra elettrica). Nel 2011 vince il contest Su la testa. Nel 2013 esce il brano Le tue parole accompagnato da un videoclip (https://www.youtube.com/watch?v=PXbxIe5ZFdQ). Nel 2015 viene selezionato per esibirsi a S. Daniele del Friuli, in occasione del Folkest come rappresentante della regione Liguria. Nel 2016 in occasione del 25 aprile, presso la Fortezza del Priamar di Savona, apre per la Bandabardò a cui hanno fatto seguito due anni di attività live e didattica. Negli stessi anni sempre in Liguria ha dato vita e dirige due rassegne cantautorali: Canzoni Fuori Dal Cappello e Porto Musica e Parole. Per Canzoni Fuori Dal Cappello, alla tradizione edizione ligure lo scorso anno ha affiancato anche un’edizione siciliana con una tappa a Noto.