A San Romolo il Festival dei Boschi

A San Romolo il Festival dei Boschi

Il 5 agosto a San Romolo avrà luogo la quarta edizione del Festival dei Boschi, una manifestazione culturale e ludica, ecologica e con proposte per tutte le età e per tutti i gusti (l’evento fa parte del Calendario Manifestazioni del Comune di Sanremo).

Quest’anno si caratterizza soprattutto per l’opportunità di esplorare in modo diretto il territorio: è possibile scegliere tra quattro escursioni.

Alla tradizionale San Romolo – Monte Caggio – Sanremo particolarmente adatta per le famiglie con bambini dai 6 anni in su, si affiancano alcune novità:

la Sanremo – San Romolo
la Bajardo – San Romolo.
la San Romolo – Perinaldo

Per la Sanremo – San Romolo la partenza è prevista da piazza Colombo alle 9;

per la Bajardo – San Romolo la partenza avverrà dal prato di San Romolo, seguirà trasferimento dei partecipanti con navette a Bajardo e arrivo dell’escursione nuovamente al prato a piedi. Viceversa, chi parteciperà alla San Romolo – Perinaldo, partirà a piedi dal prato e, al termine dell’escursione, potrà prendere le navette per rientrare al prato in tempo per godersi molte altre attività pomeridiane.

Il gruppo delle guide è formato da Rudy Valfiorito, Valentina Borgna, Angela Rossignoli e Antonella Piccone. Tutta la manifestazione è segnalata alla locale sezione dei Carabinieri Forestali per la sicurezza di tutti i partecipanti.

Quest’anno, poi, si scruterà il cielo ad occhio nudo e con il telescopio, di giorno anziché di notte, a partire dalle 11.30: verranno proposti diversi giochi con il sole grazie alla collaborazione con l’Associazione “Stellaria” di Perinaldo.

Nel pomeriggio, laboratorio di scoperta delle erbe locali medicinali e alimentari.

Parte dell’esplorazione fisica del territorio è proposta, come negli anni scorsi, dall’Associazione “Riviera dei Fiori Outdoors” con le sue guide professioniste in bici: per la parte centrale della mattina e la prima parte del pomeriggio saranno a disposizione (a nolo), sul prato, biciclette da strada e mountain bike per brevi giri fuoripista con le guide.

A completare l’immersione nel nostro territorio, lo storico forno Puppo sarà aperto e chi lo vorrà potrà partecipare al laboratorio di fabbricazione casalinga di tagliatelle con le ortiche alle 10.30 e alle 14.30.

Nel pomeriggio, al forno, tornerà la compagnia stabile “Città di Sanremo” con un intrattenimento sulle erbe spontanee del nostro entroterra.

Una volta sul prato, la musica folklorica è la regina della festa. Un gruppo sempre più affiatato di musicisti locali (Carlo Ormea, Paolo Lizzadro, Fabio Berto ed Emmanuel Biamonti), già ospiti in precedenti edizioni del Festival, animeranno la giornata.

Suoneranno musica occitana, celtica e mediterranea e alle 11 e alle 15.30 ci saranno momenti specifici per chi vuole imparare i passi base di alcune danze legate a questo tipo di musiche.

Leggi anche:  Ventimiglia: escursione sulle orme della storia, ecco il programma

Sarà presente la maestra di danze irlandesi Chiara Peirone di Imperia e il grande gruppo “Balbosco” con l’animazione di Cristina Maselli.

Come lo scorso anno, per chi vuole ascoltare il proprio corpo, ecco il laboratorio con l’attore e mimo Vito Morano in due sessioni, quella del mattino alle 11 e quella del pomeriggio alle 16.

Tutti possono creare qualcosa di collettivo o insieme ad altri partecipanti nei diversi laboratori artistico – manuali: al mattino alle 11 macramé e pittura con le terre, rispettivamente con Rossella Piccinelli e Valeria Malaspina; al pomeriggio alle 14.30 pittura su tessuto con Tiziana Pavone, mandala di lana con Marilena Pastorelli, alle 15.30 intrecci con fibre vegetali con Pino Rocca.

I laboratori della lana e degli intrecci vegetali sono aperti anche ai bambini e ai ragazzi ma il Festival propone attività specifiche per diverse fasce d’età: per i più piccoli/e dai 3 ai 6 anni mandala naturali alle 10 e alle 11.30 e girotondi e danze alle 14.30; per i bambini/e dai 7 agli 11 anni giochi teatrali in cerchio alle 14.30, mandala vegetali alle 15.30; per i ragazzi/e dai 12 ai 14 anni la martial – art al mattino alle 11. e la pittura aborigena alle 15.30.

Per tutti i ragazzi dagli 8 anni in su è possibile arrampicarsi sugli alberi in sicurezza con le guide di “Riviera Outdoors” dalle 16 in poi.

I laboratori per bambini e ragazze sono animati da un consolidato gruppo di educatori/trici popolari Isabella Valenzano, Clara Gismondi, Monica Di Rocco, Isabella Biscaglia insieme con Melania Mauro e il gruppo dell’Associazione “Steineriana” di Vallebona.

Anche quest’anno, sempre apprezzatissimo, Daniel Delministro nella veste di Cantastorie del Festival: le sue performance su storie di piante, sassi, terre e cielo si svolgeranno alle 14, alle 16 e alle 17.30: assolutamente da non perdere per commuoversi e muoversi verso un mondo più accogliente!

Concluderà la festa un momento di danza che ci si augura più collettiva possibile dalle 18 e la cerimonia detta del “Palo del Festival dei Boschi”: una sorpresa che include il “gomitolo solidale” e altro!

“Vi abbiamo raccontato tanto – concludono gli organizzatoti – perciò lasciamo in aperto questa sorpresa conclusiva. Vi aspettiamo numerosi! Ricordiamo che è importantissimo prenotare le escursioni in tempo perché i posti sono limitati così come il laboratorio delle tagliatelle. Il contributo richiesto è di € 5 a persona e 10 a famiglia e dà l’accesso a tutte le attività della giornata. Per le scuole estive del territorio che prenotano entro il 30 luglio per gruppi di almeno 20 bambini/e €2 a persona”.