La ricetta ossibuchi è un must della cucina lombarda. I piatti della tradizione meritano una vetrina: occorre saperli individuare per continuare a portare sulle nostre tavole non solo specialità gustose, ma anche ricette del territorio che devono continuare a esistere sia per dar piacere al palato, sia per non far scomparire sapori e aromi che fanno parte del patrimonio enogastronomico comune.

La ricetta per la polenta

Ingredienti: 300 g di farina di mais, 200 g di farina di grano saraceno, 1l di acqua – sale q.b. Preparazione: in un paiolo fate bollire l’acqua, salatela e aggiungete le due varietà di farina a pioggia. Mescolate ogni 5 minuti a fuoco basso per 45 minuti. La polenta mista che avrete ottenuto sarà perfetta per l’abbinamento col piatto.

Ricetta ossibuchi

Ingredienti per 4 persone: 2 cipolle, 2 carote, 1 gamba di sedano, 50g di burro (facoltativo), 4 o 5 cucchiai di olio d’oliva extra vergine, 1/2 l di brodo di carne, sale q.b., 150 g di funghi freschi
1 bicchiere di vino bianco, 4 ossibuchi di vitello da 250g cad, 50 g di farina bianca, salsa di pomodoro1/2 bicchiere.

Leggi anche:  Fave e cicoria all’Ercole, ecco la ricetta

Preparazione

In una padella capiente mettete il burro e l’olio, unite la cipolla il sedano e le carote tritate grossolanamente. Lasciate appassire a fuoco lento. Nel frattempo preparate gli ossibuchi, incidendo con le forbici la membrana che li circonda: questo eviterà che si “arriccino” durante la cottura. Infarinateli da entrambi i lati. Quando le verdure saranno rosolate (ci vorranno circa 15 minuti), unite in padella gli ossibuchi e fateli rosolare per bene da entrambi i lati ricordando di salarli quanto basta. Poi bagnateli con un bicchiere di vino bianco. Lasciate evaporare, quindi aggiungete il brodo e un 1/2 bicchiere di salsa di pomodoro.

Parola al forno

Lasciate cuocere in forno per almeno un’ora a 180 gradi. Di tanto in tanto muovete la padella, facendola ondeggiare, per non fare attaccare gli ossibuchi e aggiungete un po’ di brodo quando serve. I funghi li potete aggiungere quasi a fine cottura così che possano rimanere consistenti a saporiti. Servite ben caldi e con abbondante sugo e polenta.. Buon appetito!