Via i fabbricati sul solettone di Piazza Colombo

Rimarrà in piedi, per il momento, solo il Kebabis che non ha ancora risolto il contenzioso con il comune

L’amministrazione Biancheri ha deciso di demolire i fabbricati presenti sul solettone di piazza Colombo pur non avendo ancora un progetto sul futuro della piazza stessa.

La piazza è rimasta abbandonata per tutti i lunghi anni dell’amministrazione Biancheri, senza arredo urbano, senza fiori, senza una soluzione progettuale anche temporanea per uno spazio nel centro della città a due passi da via Matteotti, passaggio obbligato per ogni turista.

Prima c’è stato lo smantellamento, dal sapore revisionistico tipico della sinistra, dell’arredo urbano installato dalla precedente amministrazione che aveva riportato in piazza le famiglie sanremesi, ora arriva la decisione di demolire i fabbricati ancora presenti.

Ufficialmente l’intervento dovrebbe risolvere i problemi di sicurezza che si riscontrano nello spazio retrostante i fabbricati in questione, ammettendo così che non si è in grado di garantire la tranquillità dei cittadini neanche in un piccolo spazio nel centro della città.

Leggi anche:  Addio a Nella, storica edicolante di Ventimiglia

La frenesia pre-elettorale che caratterizza l’attività dell’amministrazione Biancheri è tale che si procederà nonostante la demolizione sia possibile solo parzialmente perché il comune non ha ancora risolto il contenzioso con i titolari dell’ultima attività sopravvissuta sulla piazza, il ristorante Kebabis, che quindi resterà al suo posto nel centro della piazza stessa, con un impatto visivo e strutturale che vanificherà l’obbiettivo di ampliamento della piazza, e non solo.

L’amministrazione in questo caso non ha sfoderato neanche uno straccio di rendering su una nuova piazza Colombo e c’è da chiedersi cosa troveranno i turisti nell’ormai prossimo ponte dei Santi o per il Natale ormai dietro l’angol