Decano degli architetti

La cultura è in lutto a Ventimiglia, per la morte di Osvaldo Viale, decano degli architetti; nonché pittore e scultore e Premio San Michele nel 2011. Viale è mancato da qualche giorno, ma la notizia trapela soltanto, oggi, a funerali avvenuti, su volere della famiglia. “Collaborava con diverse associazioni del territorio – ricorda Sergio Pallanca, presidente del Comitato Pro Centro storico – aiutava la nostra associazione per le scenografie del presepe provenzale, ma anche in altri eventi”.

Viale aveva iniziato, insegnando arte, ma presto si era dedicato alla propria attività principale: l’architettura. “Era un uomo di grandi virtù – ancora Pallanca – grande artista, cultore del bello e dell’arte. Ha progettato anche la ristrutturazione di diverse chiese, sia per quanto riguarda gli interni che gli esterni. Si è occupato anche della progettazione del salone del Forte dell’Annunziata e dell’allestimento delle vetrine del Museo archeologico”. Ma non è tutto. “E’ stato uno dei fondatori del concorso Presepi Poveri ed era molto legato alla chiesa di San Michele. Abbiamo perso un grande personaggio”.

Leggi QUI le altre notizie