Tribunale di Imperia

Un uomo di 38 anni, di Sanremo, con problemi psichici, ha minacciato di darsi fuoco, stamani, all’ingresso del tribunale di Imperia, in segno di protesta contro la legge sullo stalking. Sono stati gli agenti della vigilanza interna al Palazzo di Giustizia a fermarlo in tempo, prima che riuscisse ad entrare, dopo aver sentito puzza di carburante provenire dallo zainetto del trentottenne.

QUI LE RAGIONI DEL GESTO

All’interno, infatti, c’era una tanica di benzina. La paura, tuttavia, è che fosse già cosparso di liquido infiammabile, ma per fortuna non era così. Sul posto sono intervenuti il personale sanitario del 118, con un equipaggio della Croce d’Oro, i vigili del fuoco e i carabinieri.

L’uomo è stato riportato alla calma e condotto in ospedale per una visita psichiatrica. Accertamenti sono in corso per ricostruire la vicenda e soprattutto le ragioni della protesta, visto che oggi, comunque, non aveva udienze.

Leggi QUI le altre notizie