Un ragazzo imperiese di 23 anni, C.R. e una ragazza di 29 anni, G.B., di Vallecrosia, sono stati arrestati dai carabinieri con le accuse di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti e rapina.

Le indagini hanno preso le mosse, dopo una rapina avvenuta domenica pomeriggio, a Vallecrosia, dove un minore ha denunciato di aver subito la rapina del proprio scooter.

In quelle circostanze, un ragazzo, descritto come “persona dalla carnagione chiara, con una maglietta bianca ed un paio di jeans”, aveva aggredito il minore colpendolo con uno schiaffo, facendolo cadere a terra e si era impossessato dello scooter e del casco.

I Carabinieri di Vallecrosia si sono immediatamente messi all’opera, ed hanno raccolto, nel breve spazio di 36 ore, tutti gli elementi necessari all’individuazione della persona ritenuta responsabile della rapina. Determinanti i filmati del circuito di videosorveglianza cittadino col militare che riconoscere l’autore del reato, dal modo in cui cammina, dalla postura, dall’atteggiamento e via dicendo.

Poco prima della mezzanotte, i militari hanno fatto irruzione nell’abitazione, dove, oltre alle chiavi dello scooter ed al casco, hanno rinvenuto un chilogrammo di marijuana, quindici grammi di hashish e due bilancini di precisione, per la pesata della sostanza, nonché un coltello, usato – dalle tracce sulla lama – per ridurre in “pezzi” l’hashish.

Leggi anche:  Truffa Civitas: il commercialista Fruschelli chiede di patteggiare

Il ciclomotore è stato ritrovato a San Biagio alla Cima e restituito al proprietario. I due arrestati compariranno oggi davanti al giudice per la direttissima.