Ucciso

Si chiamava Nathan Labolani, 19 anni, di Apricale, il giovane ucciso stamani in un incidente di caccia, avvenuto, verso le 8. Ad ucciderlo è stato un cacciatore di 29 anni, di Ventimiglia, indagato per omicidio colposo. Quest’ultimo avrebbe scambiato il ragazzo per una preda ed ha sparato un solo proiettile (calibro 300 Magnum) con una carabina Winchester.

Nathan è stato preso sulla parte posteriore sinistra dell’addome ed è stato. Il colpo lo ha passato da parte a parte, impossibile salvarsi, malgrado il personale sanitario abbia fatto di tutto per rianimarlo e portarlo in ospedale.

E’ intervenuto anche un elicottero che ha verricellato l’equipe medica. L’incidente è avvenuto, mentre due squadre di cacciatori: una di Camporosso e l’altra di Perinaldo (due Comuni della vallata) stavano partecipando a una battuta al cinghiale. A sparare è stato uno della seconda squadra. Sul posto sono sopraggiunti anche i carabinieri, i vigili del fuoco e gli uomini del Soccorso Alpino.