L’uomo aveva già provocato due incidenti in autostrada ed era scappato.

Tenta di riprendersi l’auto che aveva rubato in Germania

Nella mattinata del 1 novembre la Polizia Stradale di Imperia riceve una segnalazione telefonica relativa ad un uomo che stava tentando di scassinare il portone di ingresso del Soccorso Stradale Imperia, in via Argine Sinistro.

La pattuglia è intervenuta prontamente ed è riuscita a bloccare il malvivente, identificato come Maljoku Senadi, 38 anni, di origine slava ma residente in Francia. Alla richiesta di spiegazioni sul suo gesto, l’uomo ha risposto di doversi recuperare la vettura Audi di sua proprietà che era stata portata in deposito la sera prima a seguito di un incidente. Il personale operante ha trovato nelle mani dello straniero una chiave di accensione che risultava abbinata ad un’auto marca Audi modello A6 sequestrata la sera prima da personale della Sottosezione Polizia Stradale di Imperia e depositata presso il soccorso stradale in questione.

Il veicolo era stato coinvolto in due incidenti stradali sull’Autostrada A10. Nel primo, vicini al casello di San Bartolomeo, il conducente si scappava a bordo dell’auto senza prestare soccorso all’autista dell’altro veicolo, nel secondo invece, vicino al casello di Imperia Ovest, lo
straniero dopo l’impatto si è scappato a piedi.

Leggi anche:  Donna esce di casa depressa, ritrovata nella notte a Imperia

Il personale della Polizia Scientifica della Questura di Imperia, intervenuto sul posto insieme ad operatori Digos, hanno effettuato accertamenti sul veicolo che hanno consentito di rilevare impronte digitali all’interno dello stesso e di rinvenire nel bagagliaio materiale vario di dubbia provenienza, tra cui 6 targhe (2 polacche, 2 tedesche e 2 francesi). I poliziotti hanno appurato che l’autovettura risultava rubata in Germania, così come la targa spagnola apposta sulla stessa, verosimilmente al fine di depistare eventuali attività investigative.

Il cittadino slavo è stato arrestato per il tentato furto aggravato dell’Audi A6 e indagato per il riciclaggio dell’autovettura e perché trovato in possesso di una mazza da baseball oltre ad un coltello a serramanico.

Nella giornata di ieri l’arresto è stato convalidato.