Guardia di Finanza

Un carico di 144 chilogrammi di hascisc e una partita di 63 grammi di cocaina sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza, in due distinte operazioni che hanno portato all’arresto di tre persone: due marocchini e un imperiese, rispettivamente bloccati in uscita agli svincoli di Ventimiglia e Bordighera dell’Autofiori. Nel primo caso è stato fermato un tir proveniente dalla Spagna, condotto dai due nordafricani, uno dei quali residente a Somma Lombardo (Varese).

Il mezzo era vuoto, ma grazie al fiuto del cane antidroga “Charlies”, è stato scoperto un doppio fondo ricavato al di sotto del pianale di carico. Occultati da una piastra di ferro, i finanzieri hanno trovato 1.470 panetti di hashish suddivisi in buste e borsoni, probabilmente destinati a più acquirenti.

All’uscita del casello di Bordighera, invece, è stata fermata una vettura Golf, di targa italiana, sul cui proprietario – un quarantenne milanese, da tempo residente a Diano Marina – gravava una segnalazione per uso personale di stupefacente. Anche in questo caso l’unità cinofila, in particolare il cane antidroga “Frizzy”, ha aiutato i Baschi Verdi a trovare nella gomma piuma del sedile del conducente un involucro con 25 dosi già preparate, da un grammo e da mezzo grammo di cocaina. L’altra polvere bianca è stata trovata nel cruscotto anteriore. I due marocchini sono accusati di traffico internazionale di stupefacenti; il dianese di detenzione ai fini di spaccio.

Leggi anche:  Il sottosegretario ai trasporti Salvatore Margiotta lunedì a Ventimiglia

Leggi QUI le altre notizia