Scarcerare Carlo Carpi

“Liberate Carlo Carpi” è il titolo di una petizione pubblicata sul sito “change.org”. L’iniziativa è stata intrapresa da alcuni sostenitori dell’imprenditore genovese, candidato sindaco a Sanremo (2019) e Imperia (2018), arrestato, nei giorni scorsi, in quanto doveva scontare un definitivo di pena a 1 anno e 10 mesi di reclusione, per una vicenda di stalking e calunnia nei confronti di un magistrato donna genovese, quest’ultima accusata di avere frequentazioni poco consone alla propria veste lavorativa.

I fatti

“Carlo Carpi è stato condannato ed arrestato, il 28 Giugno 2019 – è scritto in accompagnamento alla petizione -. La II Sezione Penale della Cassazione, ha emesso nei suoi confronti una sentenza di condanna definitiva, in assoluta mancanza di motivazione. In uno Stato di Diritto, come si può condannare al carcere una persona, senza una valida motivazione?”.

Il suo legale, l’avvocato Salvatore Mazzeo, aveva evidenziato un’anomalia sulla detenzione in carcere, per il tipo di condanna e di reati commessi: “una condanna a un anno e 10 mesi – ha dichiarato – rappresenta una soglia edittale, in relazione alla quale il carcere non dovrebbe esistere. Potevano essere concessi i domiciliari e per questo motivo, richiederemo misure alternative”.

Leggi anche:  Polizia cattura latitante rientrato in Italia per vedere i figli

Leggi QUI le altre notizie