Preda

Un diciannovenne di Ventimiglia, Nathan L., è morto per una fucilata all’addome esplosa da un cacciatore durante una battuta al cinghiale. La dinamica dell’accaduto è ancora in fase di accertamento, ma l’episodio sarebbe avvenuto, verso le 8, nel territorio comunale di Apricale, sulla via che porta a Perinaldo.

I fatti

A quanto si apprende il cacciatore lo avrebbe per una preda, forse perché senza giubbotto catarifrangente ed avrebbe così esploso un colpo dalla propria carabina, ferendolo alla parte del corpo: al braccio e all’addome. Sul posto sono intervenuti i carabinieri con i vigili del fuoco, il Soccorso Alpino, il personale sanitario del 118 e la Croce Azzurra.

I soccorsi

E’ stato allertato anche un elisoccorso da Cuneo, che ha verricellato l’equipe medica direttamente sul posto, ma a nulla sono serviti i soccorsi. Ancora parecchi gli interrogativi da chiarire. Sembra, infatti, che il ragazzo non fosse un cacciatore, e che si trovasse autonomamente nel bosco per una passeggiata col proprio cane, durante una fresca mattinata di autunno.