Procurato allarme

Sono sempre in crescita i casi di utenti del 118 che chiedono l’ambulanza, paventando dolori toracici, infarti o quant’altro, ma all’arrivo poi la rifiutano, perché si sentono bene. Attacchi di panico e crisi d’ansia sono le patologie che solitamente accomunano queste persone. Il rischio e che così facendo, magari si toglie l’ambulanza da un soccorso più importante. In questo caso il reato che si rischia è quello di procurato allarme. Quindi, prima di chiedere un’ambulanza è sempre necessario essere sinceri con sé stessi e capire se è il caso. Chi solitamente e chiede e poi rifiuta l’ambulanza, è recidivo. Non è il caso sporadico.

Leggi QUI le altre notizie