Prostituta picchiata e gettata dal balcone di un alloggio del terzo piano dai suoi protettori. La donna, una 26enne, voleva smettere e cambiare vita.

Prostituta picchiata e gettata dal balcone. Voleva cambiare vita

Un’aggressione brutale, compiuta da quattro uomini, tre albanesi e un italiano, protettori della giovane che aveva manifestato la volontà di smettere di prostituirsi. Le indagini risalgono allo scorso novembre, quando la donna venne accompagnata avvolta in un tappeto all’ospedale di Sanremo. Venne dimessa con una prognosi di 30 giorni per le gravi ferite riportate.

La sua versione, sotto la minaccia dei suoi aguzzini, fu quella di essere stata aggredita da un cliente. La ragazza, una 26enne albanese, si prostituiva regolarmente a Sanremo.

I Carabinieri di Savona e Albissola Marina, insospettiti, hanno proseguito nelle indagini fino a incastrare i quattro malviventi. La ragazza aveva dunque provato a smettere quell’attività, i cui proventi, peraltro, finivano per più della metà nelle mani dei protettori.

Dopo aver comunicato loro la sua volontà di smettere, i quattro l’hanno attirata in un alloggio di Albissola Marina dove l’hanno picchiata brutalmente. Non è ancora chiaro se l’abbiano effettivamente lanciata loro dal balcone o se sia stata lei a buttarsi nel tentativo di sfuggire al tremendo pestaggio. I quattro una volta verificato che la giovane era ancora, miracolosamente, viva hanno deciso di accompagnarla in ospedale avvolta in un tappeto e imponendola la versione racconta inizialmente ai medici e alle forze dell’ordine.

Leggi anche:  Capitaneria sbarra l'accesso al porto di Oneglia

LEGGI QUI le altre notizie de La Riviera