Processo Breakfast, la deposizione di Scajola. “Mai fiancheggiato la criminalità organizzata”

Respinge ogni accusa il sindaco di Imperia nonché ex ministro dell’Interno Claudio Scajola, tra gli imputati del processo Breakfast in corso ieri a Reggio Calabria relativo al presunto intervento per favorire la latitanza dell’ex parlamentare Amedeo Matacena, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa e latitante a Dubai. “Non ho mai favorito né fiancheggiato la criminalità organizzata, né sono mai stato massone. I miei interventi in quanto ministro dell’Interno sono sempre stati concretamente contro la criminalità organizzata. Conosco diversi massoni nel territorio, ma io non lo sono mai stato, né ho mai partecipato ad alcun rito” ha spiegato il primo cittadino imperiese. Le affermazioni di Scajola sono state confermate da due testimoni. Prossime udienze fissate per l’8 e 15 luglio.