Ponte Morandi: Ministro Toninelli “Carenze manutenzione”

“Mi dispiace tantissimo, da cittadino italiano, constatare come in Italia sulla manutenzione ordinaria non si sia fatto abbastanza e questi fatti ne sono purtroppo la testimonianza”. A dirlo è il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli al Tg1, a margine dell’immane tragedia accaduta questa mattina a Genova, quando poco prima di mezzogiorno il viadotto sul torrente Polcevera, noto come Ponte Morandi, è crollato a seguito di un cedimento strutturale. Fino ad ora le vittime accertate sono 22, tra cui un bambino. I feriti sono , per ora 13.

Il ministro esclude che la tragedia possa essere collegata in qualche modo ai recenti lavori effettuati sul ponte, ma nonostante ciò afferma ” Chi sarà identificato come responsabile dovrà pagare fino all’ultimo, tragedie simili non devono accadere in un paese civile come l’Italia”.

“Vicini alle famiglie”

Il ministro dei trasporti si recherà in visita a Genova domani, mentre è atteso in serata l’arrivo del presidente del consiglio Giuseppe Conte, in Prefettura. Accanto ai genovesi, sono molti gli esponenti del governo sgomenti di fronte alla catastrofe. “Mi sto recando sul posto perché, in questo momento, lo stato deve far sentire la sua vicinanza ed essere accanto alle famiglie delle vittime”. A scriverlo in un post è il vicepremier e ministro Luigi Di Maio.

Leggi anche:  Caduta massi in corso Limone Piemonte, transennata l'area

Salvini: “Andremo fino in fondo”

Interviene sul crollo del Ponte Morandi anche il ministro dell’Inteno Matteo Salvini “Un ringraziamento a tutti i professionisti e volontari impegnati da ore nei soccorsi .Ed una preghiera per le vittime e per le loro famiglie. Andremo fino in fondo – scrive il ministro su Facebook – per accertare le responsabilità di questo disastro”.